Firenze, 25 marzo 2021 – Gli studiosi riconoscono nel 25 marzo la data in cui prende il via il viaggio letterario nell’aldilà della Divina Commedia. In virtù di ciò, la Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri ricorre proprio in questa data, e per l’occasione Firenze, l’Italia e il mondo intero, ricorderanno il genio toscano con un fitto calendario di iniziative, anche online. Una ricorrenza che quest’anno è anche più sentita, dal momento che cade nell’anno del Settecentenario della morte dell’Alighieri, avvenuta a Ravenna il 14 settembre 1321. Istituzioni culturali e museali, atenei, accademici, scuole e studenti hanno perciò organizzato un fitto programma: ecco gli eventi sul nostro territorio.   

LA CRUSCA E IL PROGETTO DEL ‘VOCABOLARIO DANTESCO’

Il Dantedì, nato da un’idea di Paolo Di Stefano e del presidente onorario della Crusca Francesco Sabatini, è stato ufficialmente istituito dall’attuale Ministero della Cultura nel gennaio 2020.  Le iniziative che l’Accademia ha preparato per il Dantedì 2021 beneficiano del sostegno e della collaborazione di UniCoop Firenze. Il 23 marzo è stata inaugurata sul canale Youtube dell’Accademia la mostra «Della nostra favella questo divin poema è la miglior parte». Dante e la Crusca, allestita nella Sala delle Pale. Intento della mostra è quello di ricostruire l’intenso e continuativo rapporto degli Accademici con l’opera e l’eredità linguistica di Dante, grazie a volumi e documenti d’archivio. Il 25 marzo alle 11, sempre sul canale Youtube dell’Accademia, nel corso della giornata del Dantedì, verranno inaugurati e presentati al pubblico gli spazi interni dell’Accademia che sono stati appena riallestiti e dedicati allo studio di Dante. La “Sala Francesco Mazzoni” e la “Sala Dantesca” che ospitano ora un importante fondo bibliotecario e la redazione del Vocabolario dantesco. In un breve documentario preparato per l’occasione, il presidente dell’Accademia Claudio Marazzini, le accademiche Giovanna Frosini e Paola Manni (rispettivamente responsabile di redazione e direttrice del progetto del Vocabolario) e Stefano Mazzoni, parleranno dell’acquisizione del fondo Francesco Mazzoni e del progetto del Vocabolario dantesco, nato proprio in vista della ricorrenza del 2021 e frutto della stretta collaborazione tra l’Accademia e l’Istituto del Consiglio Nazionale delle Ricerche Opera del Vocabolario Italiano, i cui primi risultati sono già disponibili in rete e accessibili gratuitamente a tutti.

image

GLI UFFIZI E LA MAXI SCULTURA IN PIAZZA SIGNORIA

Le Gallerie degli Uffizi celebrano la figura del Sommo Poeta con vari appuntamenti. Il 25 dalle 9,30 diretta Facebook, l’inaugurazione, in occasione del Dantedi, della scultura 'Alberi in versi' di Giuseppe Penone, alta circa 22 metri , la più grande opera mai collocata all'aperto nel centro di Firenze, installata in Piazza della Signoria. Venerdì 26, ore 13.30 diretta Facebook dalla Biblioteca degli Uffizi con la coordinatrice della biblioteca Carla Basagni, dedicata alla serie di esemplari delle edizioni della Divina Commedia nelle collezioni della biblioteca Magliabechiana; domenica 28, video in latino su Facebook per la serie 'Latine loquimur', su ‘Il ritorno di Dante in San Pier Scheraggio’, con il professor Alessandro Muscillo.

DANTE IN TUTTE LE LINGUE DEL MONDO

“Dante, terzine from the world”: in coreano, vietnamita, giapponese, inglese, turco, ucraino, spagnolo, estone, portoghese e altre lingue. Venti significativi poeti da tutto il mondo declamano versi della Divina Commedia. Una buona parte di loro ha pubblicato con i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno. L’iniziativa sarà presentata giovedì 25 marzo alle 18 da Roberto Galaverni, critico letterario del Corriere della Sera, sul canale Youtube e sul sito de La Casa della Poesia di Como. La prima videolettura sarà lunedì 29 marzo alle 18. Le altre seguiranno ogni lunedì a cadenza settimanale. Il progetto “Dante, terzine from the world” è di Laura Garavaglia, poeta, traduttrice dall’inglese, presidente del festival internazionale di poesia Europa in versi. Tutti i video montati in un documentario - con i contributi di Galaverni e della stessa Garavaglia - saranno proiettati ad ottobre durante l’11° edizione del festival.

Con la consulenza scientifica della Scuola Normale Superiore, le compagnie Accademia Mutamenti, Arca Azzurra, Lombardi-Tiezzi e I Sacchi di Sabbia hanno colto l’occasione per realizzare il progetto “Attraversamenti danteschi”. Nasce infatti all’interno del coordinamento delle Compagnie indipendenti di teatro e danza della Toscana, il progetto che si sviluppa su due linee artistiche principali: Giro d’Italia e Atlante poetico della Toscana. Dante è anche un autore del popolo, e nei secoli ha parlato tutte le lingue d'Italia. In occasione del “Dantedì” del 25 marzo ci sarà un primo lancio del progetto.  Per “Giro d’Italia” una vetrina d’eccezione: nel palinsesto di Radio Rai3 dedicato a Dante - nel programma Radio Tre Suite  del 25 marzo -  si potranno ascoltare alcune pillole degli incipit delle principali riscritture dialettali dell'Inferno dantesco, recitati da grandi interpreti, nei rispettivi dialetti di appartenenza: Sandro Lombardi per Firenze. Per “Atlante poetico” sarà divulgato sul web il video Dante e le stelle, curato da Francesco Mariotti e prodotto da Music Pool per Jazz4Spring, girato all’Osservatorio Astrofisico di Arcetri, e dedicato ad alcuni passi della Commedia che hanno a tema le stelle: con il sassofonista Dimitri Grechi Espinoza e gli attori Sandro Lombardi, Alessandra Bedino, Andrea Costagli, Sara Donzelli, Massimo Salvianti e Lucia Socci.

IL RESTAURO DEL CENOTAFIO A SANTA CROCE

Il 25 marzo verrà presentato il restauro del cenotafio di Dante, opera dello scultore Stefano Ricci, inaugurato il 24 marzo del 1830 e realizzato con una sottoscrizione pubblica, simbolo della riconciliazione del Poeta con Firenze e dei valori unitari risorgimentali. L’intervento di restauro è realizzato dall’Opera di Santa Croce in collaborazione con il Comune di Firenze e il Fondo Edifici di Culto del Ministero dell’Interno, enti proprietari del complesso monumentale, ed è stato finanziato grazie ad alcuni donatori.

LA FONDAZIONE SPADOLINI CELEBRA IL GENIO

La Fondazione Spadolini Nuova Antologia presieduta da Cosimo Ceccuti, nell’ambito del ciclo di conferenze del progetto ‘Zoom sulla storia’, il 25 marzo celebra il Sommo Poeta nel 700° anniversario della scomparsa con l’evento online che ha per titolo ‘Dante e il Risorgimento’ e vedrà come relatore il professor Enrico Ghidetti. Appuntamento alle ore 21 con la diretta sulla pagina Facebook di Nuova Antologia, dove il video resterà disponibile. I contenuti saranno visibili anche sul canale Youtube della Fondazione Spadolini Nuova Antologia.

image

LE PASSEGGIATE DANTESCHE

Al via le ‘Passeggiate dantesche’. Percorsi gratuiti, in piccoli gruppi, per ripercorrere le strade di Firenze sulle tracce di Dante. Nel settecentenario della morte del sommo poeta (1321-2021) e nell’ambito delle celebrazioni fiorentine sviluppate dal Comitato Organizzatore 700 Dante Firenze, l’Ufficio Patrimonio Mondiale del Comune di Firenze e MUS.E, grazie al sostegno di Unicoop Firenze, presentano al pubblico un programma di itinerari cittadini finalizzati a restituire la fisionomia della città in cui il sommo poeta è nato e vissuto fino all’esilio del 1302, una città assai diversa da quella odierna ma che tuttora offre all’occhio attento testimonianze dell’antico aspetto. I percorsi intrecciano evidenze architettoniche e tracce documentarie per evocare impianto e vita quotidiana della città di Firenze sul finire del Duecento, ma traggono spunto anche dalle numerose targhe disseminate tra vie e palazzi a inizio Novecento. I percorsi - gratuiti, fruibili in piccoli gruppi con prenotazione obbligatoria all'indirizzo info@muse.comune.fi.it - cominceranno giovedì 25 marzo alle 15 e alle 16.30, in occasione del Dantedì, per proseguire ogni domenica mattina, tutto l’anno, alle h10 e alle h11.30. Il percorso delle h10 è riservato ai soci Unicoop Firenze. Qualora sopravvengano restrizioni particolari rispetto all’andamento della pandemia, i percorsi potranno essere fruiti in forma virtuale, a distanza, con durata 45’ , nell’ambito del programma di valorizzazione digitale del patrimonio civico sviluppato in questo periodo con Mezz’ora d’arte e Arte a domicilio.

Dalla Firenze di Dante Alighieri a quella di oggi, un viaggio alla scoperta del centro storico fiorentino per scoprire come gestire (in maniera sostenibile) il patrimonio urbano. Durante la World Heritage Sites Week, settimana di eventi organizzata dall’ufficio Firenze Patrimonio Mondiale e Rapporti con Unesco e dall’Associazione MUS.E Firenze, domenica 28 ci sarà la possibilità di fruire di un video inedito della durata di 20 minuti dedicato alla Firenze di Dante Alighieri.

L’APP IN TOSCANA CON DANTE 

Presentata l’App In Toscana con Dante, realizzata nell’ambito del progetto Dante o Tosco della Regione Toscana per promuovere la piena integrazione tra produzione di contenuti culturali e turismo.  Nell’ambito del progetto promosso dalla Regione Toscana per la valorizzazione del Patrimonio Mondiale dell’Umanità, la Fondazione Sistema Toscana ha creato l’app “Dante’s Journeys”. Con l’App sarà possibile scoprire le bellezze dei sette siti Unesco in Toscana e mettersi alla prova in un gioco divertente per scoprire quanto si conosce sulla vita di Dante, il gioco è perfetto anche per i più piccoli. L'app sarà arricchita da ingressi promozionali e alcuni eventi legati proprio all'offerta che si andrà costruendo durante l'anno.

Il Club femminile Soroptimist Firenze Due ha poi implementato l’App “ Occhio della Città intelligente” con i contenuti di tre percorsi danteschi in città che intendono permettere a ipovedenti, non vedenti (ma anche turisti e cittadini) di muoversi in modo autonomo seguendo descrizioni e spiegazioni, lette e leggibili su smartphone e tablet. Il Primo percorso parte dal Battistero per arrivare a Santa Croce, indicando tra l’altro i più antichi ritratti del Poeta, le statue, i luoghi a lui cari, il cenotafio, le lapidi coi versi della Commedia. Il secondo, anch’esso di circa un’ora di percorrenza, ruota intorno al quartiere dantesco, che vede il suo fulcro nella casa-museo detta di Dante. Il terzo, di circa 30 minuti, parte da via del Corso per arrivare al palagio dell’Arte della Lana, sede della Società Dantesca, nell’omonima via, raccontando case torri e palazzi interessati dalle faide tra guelfi e ghibellini”. Nella stessa App è presente un analogo percorso nella città dantesca di Ravenna, realizzato dai club Lions ravennati.

IL MONDO LEGGE DANTE

Nel pomeriggio del 25  le terzine dantesche saranno protagoniste di una iniziativa social realizzata in collaborazione con la Dante Society of America e la New York University. Si tratta di una Call to action che inviterà persone di tutto il mondo a recitare i brani preferiti della Commedia. L’evento si aprirà con un saluto in streaming da piazza Santa Croce a Firenze in collegamento con il Dante Park di New York.

Il Museo Casa di Dante celebra la ricorrenza con la seconda edizione della Maratona Poetica, in cui è stato chiesto ai partecipanti di cimentarsi nella scrittura di alcune terzine dantesche

Per la giornata del 25 marzo l’Adi, l’Associazione degli Italianisti ha promosso il progetto “Adotta un canto e portalo nella tua città... quando puoi”. L’iniziativa ha coinvolto 100 classi di diverse scuole collocate su tutto il territorio nazionale in una maratona di lettura a mosaico: ciascuna classe ha confezionato una tessera video del canto attribuitogli della durata di tre minuti, in modo da consentire un percorso completo del poema in 5 ore, che sarà visibile a partire dal 25 marzo al link https://www.italianisti.it/adi-sd/centenario-dantesco. Adi e il Gruppo Dante che opera al suo interno hanno organizzato una diretta streaming nel pomeriggio del 25 marzo (ore 15-19). Durante la diretta saranno ospitati brevi interventi che illustreranno i lavori danteschi in corso nelle Università italiane. È prevista la partecipazione non solo degli Atenei con sede nelle città dantesche per eccellenza, Firenze, Ravenna e Verona, ma anche di molti altri del territorio nazionale. I singoli Atenei organizzeranno poi ulteriori iniziative lungo tutto il pomeriggio del 25 marzo. Il seminario sarà trasmesso in diretta attraverso la pagina Facebook dell’Adi e i canali Youtube dell’ADIsd e del Gruppo Dante .

In quale misura Dante è presente nei versi dei moderni protagonisti della nostra poesia? In che modo la sua voce parla ai poeti contemporanei? Nasce da queste domande il ciclo di venti conferenze "Dante e i poeti del Novecento", che proseguirà fino a dicembre, organizzato dal Centro di Studi “Aldo Palazzeschi” e dal Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Firenze, con l’intento di far “incontrare” gli autori contemporanei con il sommo poeta. L’appuntamento del 25 marzo è dedicato ad Aldo Palazzeschi, con Gino Tellini dell’università di Firenze.

LE MOSTRE

La mostra “Dante 700 – Santa Maria Novella. Un ritratto di Dante e i luoghi del poeta nelle fotografie di Massimo Sestini” organizzata da MUS.E e promossa dal Comune di Firenze e dai Musei Civici fiorentini, con il sostegno del Ministero per i beni, le attività culturali e il turismo, e del Ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, è attualmente allestita nel complesso di Santa Maria Novella ed è un reportage fotografico della presenza di Dante nella nostra contemporaneità e nel nostro immaginario. Le immagini raffigurano i luoghi in cui Dante ha vissuto o quelli della sua Commedia, i luoghi in cui viene ricordato o si suppone sia passato vengono narrati e ricostruiti attraverso tecniche fotografiche sperimentali e non convenzionali, donandoci uno sguardo inedito sul poeta e sulla sua eredità.

Per il Dantedì, la Galleria dell’Accademia di Firenze ha realizzato un video in cui il direttore Cecilie Hollberg e Paola D’Agostino, direttore dei Musei del Bargello raccontano L’Albero della Vita di Pacino di Buonaguida, opera conservata nelle collezioni della Galleria, che sarà esposta all’interno della mostra Onorevole E Antico Cittadino Di Firenze. Il Bargello per Dante, che aprirà al pubblico il prossimo 21 aprile 2021, per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante. Il video sarà online dalle 00.00 del 25 sia sul canale YouTube che sulla pagina FB della Galleria dell’Accademia e dei Musei del Bargello.

È stata invece posticipata al 1° giugno l’inaugurazione della mostra: “Alberi In-Versi”, dedicata a Giuseppe Penone e ospitata dalle Gallerie degli Uffizi fino al 12 setembre. Il titolo allude al tema dantesco “dell’albero che vive della cima”, un luogo dialettico nel quale si incontrano la materia e l’idea. A questo fanno riferimento i disegni dell’artista esposti.

La chiusura della campagna di restauri degli affreschi di Giotto nella Cappella della Maddalena, una partnership con Fondazione CR Firenze, la pubblicazione del catalogo della mostra «Onorevole e antico cittadino di Firenze». Il Bargello per Dante e una serie di contenuti a tema che verranno diffusi sui profili social: è così che i Musei del Bargello festeggiano il 25 marzo, giornata in cui ricorre il Dantedì. A poco più di un mese dall’apertura della mostra, la cui inaugurazione è prevista per il 21 aprile – il Bargello comincia ufficialmente il conto alla rovescia e lo fa presentando alcune importanti iniziative.  Prima fra tutte la recente conclusione dei lavori di diagnostica e manutenzione degli affreschi che rappresentano il Paradiso realizzati da Giotto e dalla sua bottega all’interno della Cappella della Maddalena, dove si trova il più antico ritratto dell’Alighieri.

IL TEATRO RICORDA DANTE

La Fondazione Teatro della Toscana è il Teatro della Lingua Italiana, la casa del teatro di parola e di poesia, il Teatro d’Arte improntato sui giovani e sull’Europa. A 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, la Fondazione celebra il Dantedì con Nuda Voce, a cura del Centro di Avviamento all’Espressione, affidandosi non tanto a interpreti collaudati quanto a chi la poesia la vive, la scrive, la fa: il 25 e 26 marzo, in streaming alle 21 sui canali social del Teatro della Pergola, sei poeti, coordinati da Sauro Albisani, declamano la Divina Commedia e alcune loro composizioni negli spazi simbolo della Pergola di Firenze, la città che ha dato i natali al Sommo Poeta, che è la lingua italiana, è l’idea stessa di Italia. La mattina del 25 marzo, alle 11, in occasione del restauro del cenotafio di Dante nella Basilica di Santa Croce, il Teatro della Toscana è simbolicamente presente con Monica Guerritore che legge terzine dal I canto dell’Inferno e dal XXXIV canto del Purgatorio. Il 25, 26 e 27 marzo tornano le Consultazioni poetiche e musicali, progetto in partenariato con il Théâtre de la Ville di Parigi. Tre attori e due musicisti saranno a disposizione in veste di ‘medici’ per offrire un ‘consulto’ e una ‘prescrizione per l’animo’ a chiunque lo vorrà. Le Consultazioni sono gratuite e aperte a tutti e si svolgeranno al telefono dalle ore 17 alle ore 19. Ciascun ‘consulto’ ha una durata di 20 minuti circa. Il 27 marzo, per la Giornata Mondiale del Teatro 2021, la Fondazione Teatro della Toscana riapre “virtualmente” le porte del Teatro della Pergola di Firenze, del Teatro Era di Pontedera e del Teatro Studio ‘Mila Pieralli’ di Scandicci. Istituita 60 anni fa, nel 1961, è l’occasione per tornare a riflettere nuovamente sul ruolo attivo che il teatro e tutti i suoi spazi ricoprono all'interno della nostra cultura.

GLI ALTRI EVENTI

Oltre al Dantedì sono tantissimi gli appuntamenti fiorentini legati al ricordo del Poeta. Il sito 700dantefirenze raccoglie in calendario, ad oggi, oltre sessanta eventi, organizzati da trenta istituzioni fiorentine riunite nel comitato organizzatore coordinato dal Comune di Firenze con il supporto di MUS.E, e da una decina di partner di respiro nazionale e internazionale. Tra i più rilevanti, l’apertura del percorso espositivo col “Ritratto allegorico di Dante”, opera di Agnolo Bronzino, nel museo di Palazzo Vecchio.

A metà maggio inizieranno le riprese del film di Pupi Avati dedicato a Dante “Vita di Dante”, un grande tributo alla Firenze di allora e alla figura del Sommo Poeta. Dal 17 le riprese saranno fatte a Cinecittà, mentre a partire dal mese di luglio si sposteranno a Firenze con Sergio Castellitto, che interpreterà Giovanni Boccaccio.

Nella seconda metà dell’anno si terranno diverse iniziative che coinvolgeranno altre istituzioni fiorentine. Il 13 settembre il Teatro del Maggio Musicale ospiterà la tappa della Dante-Symphonie di Franz Liszt, che toccherà le tre città dantesche: Ravenna, Firenze e Verona. Il Teatro Della Toscana ha in cantiere il “Progetto Inferno”, una produzione internazionale con la regia del drammaturgo statunitense Bob Wilson. L’ Institut francais di Firenze presenterà una Lectura Dantis con violoncello, a cura di Lorenzo Bastida e Volfango Dami.

A settembre è prevista la seconda mostra del Museo del Bargello “La mirabile visione. Dante e la Commedia nell’immaginario simbolista” e il progetto culturale di Felice Limosani, creato con le incisioni dell’illustratore francese Gustave Doré, ospitato nel complesso monumentale di Santa Croce.

In autunno, tre prestigiose biblioteche fiorentine - Medicea Laurenziana, Nazionale Centrale e Riccardiana, in concerto, proporranno una mostra articolata nelle loro tre sedi e dedicata a un patrimonio librario rarissimo dedicato alla produzione letteraria di Dante nei primi secoli dopo la sua morte.