Una terapia intensiva
Una terapia intensiva

Firenze, 19 ottobre 2020 - Aumenta ancora il numero dei nuovi positivi al coronavirus in Toscana: ieri sono stati 906 (849 identificati in corso di tracciamento e 57 da attività di screening) i contagi registrati nelle ultime 24 ore. I nuovi casi sono il 4,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 906 casi odierni è di 42 anni circa (il 22% ha meno di 20 anni, il 25% tra 20 e 39 anni, il 31% tra 40 e 59 anni, il 16% tra 60 e 79 anni, il 6% ha 80 anni o più). QUI TUTTI I DATI / NUOVO DPCM, COSA CAMBIA PER LA TOSCANA

E in particolare è un giorno nero per Firenze quello di domenica che si fa carico di un terzo dei nuovi positivi (300 in un giorno) e di cinque decessi. QUI L'ARTICOLO

LEGGI L'ARTICOLO CON TUTTI I DATI DEL 17 OTTOBRE / I DATI DEL 16 OTTOBRE / / I DATI DEL 15 OTTOBRE / RAPPORTO TAMPONI-POSITIVI OLTRE IL 6%: DATI GIORNO PER GIORNO / LEGGI LA DIRETTA DI SABATO 17 OTTOBRE

Una situazione in evoluzione. La giornata di sabato per le Regioni è stata particolarmente convulsa. I presidenti hanno lavorato tutto il giorno confrontandosi in riunione con il Governo. Oggetto: le strette ulteriori rispetto al decreto emanato dal presidente del Consiglio alcuni giorni fa.

Ma intanto i contagi crescono. In Toscana sono diverse le rsa interessate dai contagi, con molti anziani positivi. A una struttura di Asciano, in provincia di Siena, in cui il focolaio è esploso venerdì, nella giornata di sabato un nuovo focolaio all'istituto per anziani "Pascoli" di Livorno

Un punto importante riguarda i tamponi. Come annunciato dal presidente Giani, da lunedì saranno 17mila quelli che verranno processati in Toscana. Un modo per potenziare ulteriormente un tracciamento già molto complicato, visti gli alti numeri. E proprio per i tamponi c'è una importante novità. Da oggi, domenica 18 ottobre, sarà possibile prenotarli via internet, senza uscire di casa, senza altre scomode operazioni. ECCO COME FARE - La nostra diretta prosegue, seguila qui sotto.

Palaia (Pisa), chiude scuola dopo tamponi positivi

Una scuola elementare di Palaia, in provincia di Pisa è chiusa dopo che "alcuni soggetti riconducibili alla scuola sono risultati positivi". Lo spiega in un post il sindaco di Palaia Marco Gherardini. "Sono in totale 19 le persone positive sul territorio comunale - scrive il primo cittadino -. Tutte le persone positive si trovano in isolamento domiciliare e sono o asintomatiche o con sintomi lievi. Inoltre vi informo che tra i soggetti positivi ci sono dei casi riconducibili alla scuola primaria Don Milani di Palaia. Pertanto, a scopo precauzionale, l’Azienda USL ha disposto che tutti i bambini siano sottoposti a tampone. Nel frattempo l’attività didattica sarà sospesa ed è importante che i genitori tengano i bimbi di questa scuola a casa".

Siena, aumentano i ricoveri

Aumentano i ricoveri per Covid all'ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena. Dai 12 casi ricoverati la mattina di venerdì 16 ottobre, spiega in una nota l'Aou Senese, «siamo passati a 21 pazienti ricoverati, di cui tre intubati. Cresce anche il contagio da coronavirus tra i dipendenti dell'Aou Senese. Nell'ambito delle continue attività di screening effettuate, nelle ultime 48 ore, sono risultati positivi tre professionisti ed è stato immediatamente attivato il protocollo di sorveglianza sanitaria per tutte le persone entrate in contatto con questi operatori sanitari».

Positivo il portiere del Pisa

Tegola sul Pisa dopo la sconfitta 4-1 a Salerno. Loria, già in isolamento, è risultato positivo al Covid-19. Probabile il contagio nel gruppo della nazionale under 21. QUI L'ARTICOLO

Giani: "Tre mesi difficili, fino a 1200 casi al giorno"

Il governatore della Toscana: "La prevenzione dovrà essere la nostra arma" QUI L'ARTICOLO

Clienti nel locale oltre l'una, scatta la multa

A Ponsacco (Pisa) un locale è stato multato perché era ancora aperto dopo l'una di notte. QUI L'ARTICOLO

Monte dei Paschi, accesso nelle filiali solo su appuntamento

A partire da lunedì 19 ottobre le Filiali della Banca Mps sul territorio nazionale saranno accessibili tutti i giorni solo su appuntamento. Una misura, si ricorda in una nota, "già adottata a marzo e che si rende nuovamente necessaria per tutelare la salute di clienti e dipendenti in questa nuova fase di contagio". Le misure "straordinarie", si legge, si sono rese necessarie "per garantire l`operatività e per contribuire, al tempo stesso, a limitare la diffusione del virus Covid-19 nel contesto dell`emergenza sanitaria in corso". Le filiali di Mps garantiranno i servizi bancari e rimarranno contattabili telefonicamente e via mail.

Leggi anche: Umbria 17 ottobre: un altro giorno sopra i 200 casi Toscana 16 ottobre, 755 nuovi casi / Toscana 15 ottobre, 581 nuovi casi I tamponi si prenotano online in Toscana / Gli comunicano che il figlio è positivo, ma il piccolo è morto da tempo / Covid e mezzi pubblici, viaggio con i pendolari

Scansano, sospese le vaccinazioni antinfluenzali per assembramenti. Arrivano i carabinieri

Troppa fila agli ambulatori di Scansano dove era in corso una campagna di vaccinazioni antinfluenzali denominata 'Vaccino Day'. L'ARTICOLO

Livorno, focolaio in una Rsa : 27 anziani positivi

Rilevati 27 positivi su 81 anziani nella Rsa Pascoli di Livorno: è quanto emerge da una verifica effettuata dal gruppo di supporto della Asl Toscana Nord ovest. L'ARTICOLO

Ricoveri triplicati in un mese

Negli ultimi giorni in Toscana si sta assistendo a un incremento «quasi esponenziale» dei ricoveri, che nelle ultime quattro settimane sono triplicati. Lo rileva un report dell'Agenzia regionale di sanità (Ars) della Regione Toscana. «Sono 359 le persone attualmente ricoverate nei reparti Covid - precisa Ars -, erano 170 una settimana fa e 111 quattro settimane fa». «Meno repentino» l'incremento nelle terapie intensive, «passate da 24 ricoverati a 30, fino ai 51 attuali». «Ricordiamo - si legge sempre nel report - che al momento del picco di aprile i degenti per Covid-19 erano circa 1.500, di cui 300 in terapia intensiva. Siamo quindi in presenza di un progressivo aumento delle risorse sanitarie ospedaliere impegnate, che sono costrette ad aumentare di nuovo il numero dei posti letti per pazienti Covid-19».

Ars: "Necessario portare i tamponi a 20mila al giorno"

Portare verso 20mila unità il numero dei tamponi giornalieri effettuati in Toscana, a fronte dei oltre 10mila attualmente eseguiti, in modo da aumentare la capacità di tracciamento. È la raccomandazione contenuta in un report dell'Agenzia regionale di sanità (Ars) della Toscana secondo cui al momento nella regione il 'contact tracing' non sarebbe sufficiente a fronte di «un andamento esponenziale nella progressione dei casi». In Toscana, si legge nel report, «i positivi sono quasi quintuplicati nel corso dell'ultimo mese: erano 833 quattro settimane fa, poi 839, 1.901 e 3.992 nell'ultima settimana».

Le interviste fuori da Careggi