I rilievi a Pisa, nell'auto dove è morta la bambina (Valtriani)

Firenze, 18 maggio 2018 - La morte di oggi a San Piero a Grado della bimba di 1 anno lasciata per ore in auto dal padre non è l'unico caso simile avvenuto in meno di un anno a questa parte in Italia. Proprio in Toscana era già successo il 7 giugno 2017 a un'altra bambina molto piccola, 18 mesi, che morì a Castelfranco di Sopra (Arezzo) in circostanze analoghe nella vettura della madre.

La donna, 38 anni, segretaria comunale a Pian di Scò, andò al lavoro credendo di aver già portato la bambina all'asilo mentre invece la figlia era rimasta per ore nell'auto in sosta sotto il sole cocente e morì.

La madre si accorse del corpo senza vita solo quando riprese la vettura per tornare a casa, dopo l'orario di ufficio. Fu indagata per omicidio colposo ma, su proposta dello stesso pubblico ministero, il gip di Arezzo ha poi archiviato l'inchiesta.

E sempre in Toscana c'è stato un altro caso analogo a Vada (Livorno) il 26 luglio 2017 dove, anche qui, una madre lasciò la figlia di 18 mesi in macchina, sotto il sole, per quattro ore. La bimba, pur soccorsa mentre era ancora in vita, il giorno dopo morì all'ospedale Meyer di Firenze per le conseguenze dell'asfissia e della disidratazione. Anche in questo caso la donna, che venne indagata dalla procura di Livorno, era convinta di aver portato la figlioletta all'asilo nido.