Biblioteca Giovannini, un anno di novità

Bibbiena, in autunno ricominceranno le letture animate con un calendario organizzato dall’Accademia di Teatro Nata

letture

letture

Arezzo, 5 luglio 2024 – Per la Biblioteca Giovannini e per tutti coloro che amano la lettura e la cultura il 2024-2025 sarà un anno di grandi cambiamenti e di novità importanti alle quali abbiamo lavorato e stiamo lavorando intensamente con i servizi culturali del comune”.

Con queste parole l’Assessora alla Cultura Francesca Nassini annuncia alcune importanti novità che verranno introdotte all’interno della Biblioteca Giovannini nel contesto di un progetto generale di riorganizzazione iniziato nello scorso quinquennio amministrativo.

In autunno ricominceranno le letture animate con un calendario organizzato dall’Accademia di Teatro Nata per i bambini più piccoli nello spazio gioco e lettura a loro dedicato.

Il neonato Club del libro, sia per adulti che per ragazzi, continua mensilmente a proporre incontri e letture condivise nella sezione ludico creativa.

La Biblioteca anche sede dell’associazione culturale Mazzafirra che promuove e cura una sezione di storia dell’arte.

Per quanto riguarda i progetti Francesca Nassini annuncia l’attivazione di una felice collaborazione con il Club Fotografico per l’editoria fotografica e una con alcune associazioni che si occupano di giochi di ruolo che porteranno un calendario di iniziative molto interessanti anche per i giovani.

E’ stata inoltre recuperata e adeguatamente riorganizzata dall’amministrazione la sala polifunzionale che permetterà la riattivazione di cinema d’essai e la collaborazione con i gruppi musicali giovanili del Casentino che qui trovano una sala prove a loro disposizione.

A settembre si terrà l’inaugurazione della mostra permanete del fumetto realizzata grazie al coordinamento artistico di Giuseppe Scapigliati.

L’Assessora conclude annunciando due importanti novità a cui sta lavorando con lo staff del comune: “Stiamo valutando un percorso che consenta di aumentare le ore di apertura della Biblioteca a beneficio di ragazzi, bambini e giovani del territorio, ma anche a persone di età diverse che qui possono ritrovarsi a leggere e a fare ricerche, compiti e condividere esperienze di lettura. Come amministrazione, inoltre, stiamo lavorando per aprire, nella prossima primavera, la terrazza per portare fuori, in mezzo alla gente, la stessa biblioteca con iniziative anche serali. Un sogno che coltivo da anni e che oggi sta prendendo forma. La biblioteca sta diventando, sempre di più, un servizio essenziale per la comunità, aperta alle esigenze della popolazione, centro nevralgico della cultura e delle iniziative di qualità. Sono particolarmente orgogliosa di aver potuto indirizzare questa struttura in una direzione così virtuosa e utile per tutti noi”.