Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
24 mag 2022

"Noi, baby criminali spietati come Scarface", erano il terrore di Arezzo: 9 arresti

Associazione a delinquere, rapine, aggressioni: la gang giovanile ‘Famiglia Montana’ aveva mutuato il nome dal film con Al Pacino

24 mag 2022
erika pontini
Cronaca

Arezzo, 25 maggio 2022 - In una chat del gruppo stavano organizzando una spedizione punitiva anche contro un clochard, una sorta di vendetta perché il suo cane li aveva infastiditi. E in una giornata sono stati capaci di mettere a segno sei colpi in fila: furti, rapine, estorsioni nei confronti di coetanei per rubare sigarette, cellulari, auricolari o qualche soldo. Ma anche senza alcun movente. Perché spesso «la violenza non era un mezzo ma lo scopo stesso dell’aggressione», come scrive il giudice per le indagini preliminari del tribunale per i minorenni di Firenze Maria Serena Favilli, che ha emesso, su richiesta del pubblico ministero Filippo Focardi, nove ordinanze di custodia cautelare - sei in carcere, tre in comunità – nei confronti di ragazzi di 16 e 17 anni sodali di una baby gang che si faceva chiamare ’Famiglia Montana’ sulla scia del celebre film Scarface. Così coniando dalla malavita anche la scalata all’interno del gruppo: solo chi si distingueva in azioni criminali di spessore poteva ’entrare’ in famiglia e fregiarsi del nickname Montana. La banda, disarticolata grazie ad un’operazione congiunta di squadra mobile della questura di Arezzo e Nucleo investigativo della polizia municipale dopo un anno di indagini, è la punta di un iceberg del fenomeno criminale minorile balzato alle cronache ormai a cadenza quotidiana. Dalle baby bulle di Siena e Perugia, al ragazzino fiorentino vessato, al gruppetto di studenti che ha aggredito ad Arezzo il controllore di un autobus, è uno stillicidio di violenza che preoccupa le forze dell’ordine. Stavolta il livello di scontro si era alzato e le modalità ricalcano organizzazioni verticistiche. «La baby gang è stata inquadrata in un’associazione a delinquere dalla stessa magistratura, ci troviamo difronte quindi ad una stabile organizzazione all’interno della quale si faceva carriera», sottolinea il questore di Arezzo Maria Luisa Di Lorenzo, secondo ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?