Un viaggio nella storia della musica con il concerto di Proxima Music

Sabato 24 febbraio, dalle 17.00 alle 19.00, Spazio Seme ospiterà “Proxima Live - Winter Edition”

saggi

saggi

Arezzo, 22 febbraio 2024 – Un concerto invernale per Proxima Music. L’appuntamento è fissato per sabato 24 febbraio, dalle 17.00 alle 19.00, quando gli allievi dei corsi avanzati della scuola cittadina di musica saranno protagonisti di un pomeriggio dedicato al mondo delle note nella sua ricchezza e varietà: dalle composizioni classiche ai brani contemporanei, fino al coinvolgente ritmo delle band. “Proxima Live - Winter Edition” è il titolo del saggio di metà anno che, ospitato da Spazio Seme con ingresso gratuito e condotto dal maestro Giacomo Salvietti, offrirà a musicisti e cantanti di ogni età l’opportunità di tornare a vivere le emozioni di esibirsi davanti a un vero pubblico.

Il repertorio proposto permetterà di vivere un vero e proprio viaggio tra i secoli attraverso un incalzante susseguirsi di brani eseguiti dagli allievi di Proxima Music dei due dipartimenti di musica classica e musica moderna, spaziando tra stili e generi sempre diversi. Il pomeriggio proporrà un alternarsi di bambini, ragazzi e adulti dei corsi di canto o dei corsi di strumento a corda, a fiato, a tastiera, a percussione e elettrici che daranno una dimostrazione del percorso di preparazione e di crescita vissuto negli ultimi mesi insieme ai docenti della scuola cittadina. Uno spazio particolare verrà riservato anche alla musica d’insieme con i gruppi costituiti con il progetto Proxima Band Lab che, curato dal docente di chitarra Fabio Roveri, aggrega cantanti e musicisti di vari strumenti per proporre un percorso di musica d’insieme moderna dalle prime note alla registrazione, dove l’insegnamento di ritmo, accordi e coordinazione è affiancato dal riarrangiamento originale dei più celebri brani pop, rock, jazz o blues. «Il saggio di metà anno - spiega l’ingegner Alessandro Bertolino, direttore di Proxima Music, - era una tradizione apprezzata e partecipata che è stata interrotta con l’emergenza sanitaria ma che vogliamo ora riprendere per fornire agli allievi un’ulteriore opportunità per esibirsi e alla cittadinanza un’occasione per vivere un pomeriggio tra le suggestioni e le emozioni della musica».