Auto date alle fiamme, due arresti per estorsione alla sorella di Gattuso

Arrestati due presunti affiliati alla 'ndrangheta per aver incendiato le auto della sorella di Rino Gattuso, cercando di estorcere 3mila euro. Ida Gattuso è stata consigliera comunale di Corigliano.

Auto date alle fiamme, due arresti per estorsione alla sorella di Gattuso
Auto date alle fiamme, due arresti per estorsione alla sorella di Gattuso

Intimidazioni alla sorella di Rino Gattuso, arrestati i due presunti autori, ritenuti vicini alle cosche della ‘ndrangheta. Sono accusati di avere dato alle fiamme, a scopo di estorsione aggravata dal metodo mafioso, le auto di Ida, sorella dell’ex calciatore e attuale allenatore del Marsiglia. In manette così, dopo il blitz dei carabinieri, sono finiti Aldo Abruzzese e Mustapha Hamil. I due – secondo quanto emerso dall’inchiesta coordinata dalla Procura della Repubblica-Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro – sarebbero i responsabili dei danneggiamenti, fatti allo scopo di ottenere il pagamento di 3mila euro, una sorta di pizzo, per evitare "problemì in relazione al finanziamento di 80mila euro complessivi ottenuto dal padre, Franco, per la realizzazione di un impianto fotovoltaico". Ida Gattuso in passato ha anche ricoperto la carica di consigliera comunale di Corigliano prima che il centro del cosentino si fondesse con quello limitrofo di Rossano dando vita alla terza città più popolosa della Calabria.