Apre la mostra di Pierluigi Ricci alla Sansepolcro Art Gallery

La personale sarà visitabile dal 10 al 23 febbraio

Arezzo, 9 febbraio 2024 – “L’arte è un mezzo per connettermi con l’universo, sono consapevole dei miei limiti. Ma qualche volta le mie opere mi parlano di mondi e di realtà che non so se altrimenti riuscirei a vedere”: così ha scritto Pierluigi Ricci (“menestrello della pittura”, lo si potrebbe definire) per parlare della sua creatività, tutta legata all’istintività, all’ispirazione del momento, alla forza delle immagini, alle suggestioni del colore, all’entusiasmo di un momento di illuminazione interiore. La sua mostra personale, che apre i battenti sabato 10 febbraio 2024 alle 17.30 alla Sansepolcro Art Gallery di via XX Settembre per essere visitabile fino a venerdì 23 c.m., testimonia proprio queste caratteristiche del suo essere pittore. Fortissimo senso di libertà, fantasia sorgiva, eclettismo nella scelta dei soggetti, amore per la natura, anche la più solitaria e remota (vive in un’antica casa di montagna, quella dei suoi nonni, a Poggio di Arsicci, vicino alle Balze, dove nasce il Tevere): sono alcune delle prerogative di questo artista, pittore, scultore e cantastorie insieme; una vita movimentata, la sua, che lo ha portato a frequentare le Accademie di Perugia e Firenze, a vivere ed esporre in varie città italiane ed estere, a cambiare ben trentadue case nel suo percorso di vita, sempre seguendo il proprio estro, l’amore per il fare musica in strada, la voglia di libertà e l’espressione sincera di se stesso. Lontano dai tradizionali circuiti e meccanismi del mercato dell’arte, tuttavia Pierluigi Ricci coglie questa occasione di Sansepolcro per proporre un’antologia del suo variegato mondo pittorico. Senz’altro da conoscere.