Stefano Sani
Stefano Sani

Arezzo, 12 maggio 2020 - Una canzone per dire grazie, e per aiutare, chi in questi mesi di pandemia ha messo in campo ogni risorsa per aiutare tutta la popolazione, la Protezione Civile. Con questa idea, il cantautore valdarnese Stefano Sani (nella foto) è tornato in sala d’incisione.  Il progetto, ambizioso,  uscirà a giorni: una produzione che ha visto la collaborazione di tanti artisti e musicisti toscani. Si tratta di un brano scritto e cantato per solidarietà, allo scopo di raccogliere fondi per la Protezione Civile che durante la pandemia ha messo in campo tutte le risorse possibili per fronteggiare l’emergenza. Il brano si intitola ‘Domani’, madrina del progetto Drusilla Foer, al secolo Gianluca Gori, personaggio reso famoso da Piero Chiambretti. «Un modo per onorare coloro che mettono a disposizione le loro vite per salvare le nostre», ha spiegato Foer a proposito del progetto. Alla realizzazione della canzone hanno partecipato anche Petra Magoni e Alessandro Canino, tra gli altri. Il materiale è stato registrato da casa, con i mezzi che ciascun artista aveva a disposizione. Il brano inizia con i cantanti impegnati in ‘singolo’ per poi sfociare in un coro: musica e voci insieme nello spirito, anche se a distanza, per una buona causa. Il video verrà abbinato al conto corrente della protezione civile dedicato alla raccolta fondi destinata all’acquisto di materiale medico necessario per continuare a combattere la pandemia. Stefano Sani è stato scelto per far parte di questa ‘super band’. L’artista recentemente è tornato alla ribalta delle cronache nazionali per la partecipazione al programma Rai ‘Ora o mai più’, condotto da Amadeus. Il suo ultimo singolo dal titolo ‘Liberi di vivere’ è stato presentato proprio in occasione della finale del programma. Adesso un nuovo ritorno sulle scene, stavolta per dare una mano in un momento di emergenza.