Morte di Franco Migliacci, lutto anche in Toscana. Studiò a Firenze e dedicò a Cortona “Che sarà”

La sua famiglia era originaria della cittadina in provincia di Arezzo dove il paroliere aveva una casa. E’ questo il "paese mio che stai sulla collina disteso come un vecchio addormentato”

Morto Franco Migliacci
Morto Franco Migliacci

Cortona (Arezzo), 15 settembre 2023 – Lutto anche in Toscana per la morte di Franco Migliacci, grande paroliere e produttore musicale scomparso a 92 anni. Non solo perché Migliacci aveva studiato a Firenze, ma anche perché la sua famiglia proveniva da Cortona, in provincia di Arezzo. Tanto che Migliacci dedicò proprio a Cortona una delle canzoni più famose e più belle che ha scritto ovvero 'Che sarà'.

Nonostante fosse nato a Mantova, l'autore musicale Franco Migliacci, scomparso oggi all'età di 92 anni, non aveva mai dimenticato la cittadina da cui proveniva la sua famiglia, dove si era trasferito da piccolo e dove aveva tuttora una casa.

A ricordare Migliacci sono il sindaco Luciano Meoni e il suo vice Francesco Attesti. «Grande autore della musica italiana, Migliacci è fra le personalità che sono state insignite del premio Cortonantiquaria, il più importante riconoscimento della città di Cortona. L'Italia perde un grande artista e Cortona perde una personalità che ha dato lustro a questa città. Franco Migliacci è stato un protagonista della storia della canzone italiana».

La storia della dedica a Cortona era stata ricordata da Jovanotti a Sanremo 2022: quel "paese mio che stai sulla collina disteso come un vecchio addormentato” era rimasto nel cuore a Migliacci tanto da omaggiarlo con un pezzo che parlava di svuotamento della città, di tristezza e noia per chi restava e nostalgia per chi era costretto a partire.