Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

I bambini riscrivono la storia di Luca Pacioli

Un libro  creato dagli alunni della scuola primaria Collodi di Sansepolcro dedicato al grande matematico biturgense 

Ultimo aggiornamento il 3 luglio 2018 alle 14:48
Alunni scuola Collodi di Sansepolcro

Sansepolcro 12 giugno 2018 - Luca Pacioli era un bambino di Sansepolcro con la passione per la matematica. Così lo hanno ricordato i bambini della seconda A della scuola primaria C. Collodi Sansepolcro, nel quinto centenario della morte di Luca Pacioli nel chiostro di San Francesco domenica scorsa. Un disegno che ruota attorno alla conoscenza del grande personaggio che da frate, nato forse nel 1445 in una casa in via dei Cipolli nel quartiere di San Niccolò a Sansepolcro, riuscì a diventare uno dei più grandi matematici ed economisti italiani, che affidò il suo pensiero in particolare a due testi, alla Summa de arithmetica, geometria, proportioni e proportionalità e alla divina proportione. In realtà si è trattato di un progetto visivo che ha visto i bambini affrontare una presentazione al micorofono e una pubblicazione a colori, con il testo di Donatella Zanchi che spiega la storia del matematico, dal mercato dove il giovane Luca avrebbe avute le sue prime intuizioni, al palazzo dei Bofolci, dalla famiglia dei quali, alla morte dei propri genitori, venne adottato. C’è Luca che si intrattiene col suo cane a guardare le stelle, in gondola a Venezia o nella strada per Roma dove fu ospite del grande architetto e matematico Leon Battista Alberti. Ci sono poi le immagini che lo ritraggono nel Convento di San Francesco o al fianco di Piero della Francesca.

“Quel bambino del Borgo, nato in una casa umile in via dei Cipolli, oggi è conosciuto in tutto il mondo – si conclude così il testo – ed è ricordato come tanti uomini illustri che, seguendo i loro sogni, studiando e lavorando molto, fecero scoperte utili a tutta l’Umanità”. La pubblicazione, se pure solo ciclostilata e non targata da una casa editrice, può essere direttamente richiesta alle docenti. Hanno partecipato alla presentazione il direttore didattico Fabrizio Gai,il sindaco Mauro Cornioli e l’assessore alla cultura Gabriele Marconcini e naturalmente le insegnanti Emanuela Rosadi, e Anna Carbonaro. I giovani autori sono invece Andrea Ameleti, Paolo Amoreo, Atamanbyuk Sofia Alice Aveiga, Giada Battistoni, Massimo Betti, Lorenzo Cesarini, Agnese Giannini, Beatrice Giannini, Emma Loddi, Michele Manni, Emma Marsupini, Leon Martini, Bianca Mattesini, Francesco Morcaldi, Lorenzo Pecorelli, Sveva Piccinelli e Diego Vecchi.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.