Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
24 giu 2022

Concorso letterario “Città di Montevarchi”. Arrivati 238 elaborati

Un’idea nata su proposta del professor Marco Sterpos, componente della Commissione Futura, con la collaborazione dell’Associazione “Giglio Blu” di Firenze.

24 giu 2022
marco corsi
Cultura
featured image
Silvia Chiassai Martini
featured image
Silvia Chiassai Martini

Arezzo, 24 giugno 2022 - Sono 238 gli elaborati arrivati per il primo Premio Letterario “Città di Montevarchi”. I termini di presentazione dei lavori sono infatti scaduti e l’alto numero di adesioni ha soddisfatto in pieno l’amministrazione comunale, in primis il sindaco Silvia Chiassai Martini. Un’idea nata su proposta del professor Marco Sterpos, componente della Commissione Futura, con la collaborazione dell’Associazione “Giglio Blu” di Firenze. “Il concorso ha ottenuto un risultato importante e superiore alle nostre aspettative – ha detto il sindaco – Le domande sono arrivate da numerose regioni italiane e in qualche caso anche da altri Paesi. C’è stato così un riscontro internazionale di cui siamo orgogliosi. La partecipazione era aperta tanto ad opere edite che inedite, purché in lingua italiana, per tre diversi campi della letteratura: poesia, narrativa e saggistica. Ciascuna delle tre sezioni è stata divisa in due sottosezioni, una per concorrenti di età inferiore ai 25 anni e l’altra per concorrenti di età maggiore, nell’intento di promuovere e favorire l’adesione di giovani e giovanissimi partecipanti”. Silvia Chiassai Martini ha ricordato che dei 238 lavori presentati 100 concorrono per la poesia, 110 per la narrativa e 28 per la saggistica.

“Un risultato di cui siamo particolarmente onorati, perché è il primo concorso di questo genere che si tiene a Montevarchi e che abbiamo fortemente voluto in omaggio alla nostra città”, ha aggiunto Chiassai, che ha poi voluto ringraziare in particolare il professor Marco Sterpos per avere ideato e proposto questo premio letterario, intitolandolo «Città di Montevarchi» per ricordare l’ottantesimo anniversario, che ricorre in questo anno, del conferimento del titolo di città con Regio Decreto del 18 maggio 1942. “Questo titolo infatti, anche se non comporta effetti pratici, – ha precisato il sindaco – costituisce un riconoscimento del quale Montevarchi può andare fiera e rappresenta un incoraggiamento e uno stimolo per i suoi abitanti, per i nostri giovani, per guardare con fiducia al futuro. Un concorso letterario che abbiamo ritenuto di istituire per riconoscere la nobiltà della tradizione letteraria montevarchina che vanta figure come Benedetto Varchi e Isidoro del Lungo e centri culturali come l’Accademia valdarnese del Poggio”. Non è mancato poi un ringraziamento all’Associazione Giglio Blu di Firenze per la collaborazione e il supporto alla buona riuscita dell’iniziativa. Adesso parte il lavoro di valutazione degli scritti, un impegno che per i giurati delle tre sezioni si prospetta difficile, ma, come ha ricordato Chiassai, anche proficuo e gratificante, perché il livello dei testi pervenuti è altamente promettente, tanto da credere che non pochi di essi possano raggiungere l’eccellenza. “

A nome dell’Amministrazione comunale e di tutti i montevarchini, voglio quindi ringraziare i concorrenti per l’attenzione avuta nei confronti del premio letterario “Città di Montevarchi”. L’intenzione è di dare continuità nel tempo al concorso per favorire la promozione alla scrittura, soprattutto da parte dei giovani, e per operare alla valorizzazione culturale del nostro territorio”, ha concluso. La cerimonia di premiazione si terra sabato 1° ottobre 2022 presso la Sala Filanda della Ginestra, con il coinvolgimento degli istituti scolastici superiori e una “Lectio Magistralis” che sarà tenuta dal Prof. Gualberto Alvino, filologo, critico letterario e scrittore, autore di saggi, di libri di narrativa e di poesia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?