Una porta riapre e una lunga storia forse si chiude

La riapertura della porta della scala 2 del San Donato a Arezzo, chiusa durante il Covid, simboleggia la conclusione di un'odissea. Un segno di speranza per gli anziani e un monito a non dimenticare il passato.

Il rumore di quella porta che riapre dopo quattro anni ha il suono gratificante di una storia che si chiude. Anche se istintivamente viene da fare gli scongiuri, anche se nell’ultima settimana Arezzo ha marcato più contagi di Firenze, anche se il timore di quello che abbiamo vissuto è ancora lì, di guardia a quella porta. La porta d’accesso della scala 2 del San Donato: era stata chiusa in pieno Covid,

per evitare incroci tra chi era contagiato e chi no, per ridurre il personale agli accessi. Nelle prossime settimane sarà riaperta. Un sollievo per gli anziani costretti a lunghi giri per prendere l’esito di una radiografia. In realtà, quella porta scrive la parola "fine" di un’odissea. Anche se dovremmo ricordarla e farne tesoro per non ripartire, in futuro, da zero.