anziano
anziano

Arezzo, 12 dicembre 2016 - Scava in giardino e trova un tesoro. E' successo ad un 99enne originario di Arezzo grazie a Farditalia, Fondazione che si occupa della tutela del risparmio e del diritto, nata da pochi mesi ma già operativa in tutta Italia. "Si è rivolto ai nostri Uffici il sig. Giuseppe Conte, un arzillo nonnino di 99 anni originario di Arezzo ma residente a Cosenza, il quale, nel mese di novembre 2016, reperiva durante alcuni lavori di giardinaggio- dicono gli operatori di Farditalia - tre buoni del Tesoro dello Stato italiano, del valore rispettivamente di 20mila, 500mila e 50mila lire. Quando un nipote del signore si è recato allo sportello della Banca d’Italia, gli è stato detto che i titoli erano andati in prescrizione".  L’anziano ha deciso di rivolgersi alla Farditalia (www.farditalia.it) per ottenere il rimborso della somma.

"Qualche giorno fa abbiamo notificato alla Banca d’Italia, tramite posta elettronica certificata, una diffida a rimborsare agli anziani coniugi la ragguardevole somma di euro 476.986,00 quale rimborso, convertito in euro, della somma depositata in lire con il favore degli interessi legali, della rivalutazione e della capitalizzazione. Per quanto concerne la problematica della prescrizione, il titolo in questione non è affatto prescritto.

Infatti al termine “naturale” di 30 anni stabilito per il rimborso, vanno aggiunti i dieci anni di prescrizione ordinaria. I dieci anni, inoltre, non decorrono immediatamente dal giorno successivo alla scadenza del trentesimo anno ma da quando il titolare è in grado di far valere il proprio diritto. Nella fattispecie i dieci anni decorrono da novembre 2016, periodo del ritrovamento del predetto certificato di credito pubblico".