FRANCESCO TOZZI
Cronaca

Rossi sceglie Morbidelli in giunta. Castelfranco, ritorna l’ex sindaco

Il Comune con Piandiscò con la giunta al debutto: la scelta non solo in base alle preferenze ma anche ai paesi

Rossi sceglie Morbidelli in giunta. Castelfranco, ritorna l’ex sindaco

Rossi sceglie Morbidelli in giunta. Castelfranco, ritorna l’ex sindaco

Oggi al debutto la nuova giunta di Castelfranco Piandiscò. Alle 18, nella sala consiliare di Castelfranco, inizierà ufficialmente il mandato da sindaco di Michele Rossi, che ha ottenuto il 53,49% dei voti alle elezioni amministrative, superando lo sfidante del centrosinistra Massimo Mandò. L’esponente di"Insieme per Castelfranco Piandiscò", frutto dell’unione tra Democratici e Lista Civica, ha nominato quattro assessori, due donne e due uomini. Vicesindaco sarà Claudio Calcinai con deleghe ad associazionismo, sport, caccia e pesca, manutenzioni, politiche giovanili e attività produttive. Marco Morbidelli, consigliere provinciale e già sindaco di Castelfranco, avrà il super-assessorato a urbanistica, edilizia pubblica e privata, centri storici, patrimonio, Pnrr, opere pubbliche, ambiente ed energie rinnovabili. Orietta Gagliardi avrà le deleghe di scuola e istruzione, formazione, parità di genere, politiche sociali e sanitarie. Infine Antonella Grassi sarà assessore alla cultura, turismo, polizia municipale, sicurezza e accoglienza. Il sindaco ha trattenuto per sé bilancio, personale e affari generali. "Per la composizione della giunta - ha spiegato Michele Rossi - abbiamo seguito due criteri. Il primo è la rappresentanza, ovvero i voti che hanno preso i candidati in consiglio comunale. Questo è valso, ad esempio, per Morbidelli e Grassi. Tra gli assessori c’è Claudio Calcinai, che non era passato.

Era lui il candidato di Piandiscò ed è entrato nell’esecutivo anche perché dobbiamo avere una grande attenzione verso il territorio e le sue peculiarità". Rossi ha aggiunto di aver spacchettato alcuni assessorati perché ha conferito le deleghe in base alle competenze dei membri dell’esecutivo. "Morbidelli - ha sottolineato - si occuperà delle opere pubbliche, mentre Calcinai dei lavori di manutenzione. Un assessorato molto importante sarà quello delle manutenzioni, che è stato un tema importante in campagna elettorale. Poi c’è il sociale, che sta sempre più diventando un aspetto rilevante, dato che c’è sempre più bisogno di offrire servizi. E poi naturalmente le opere pubbliche, per le quali ci sarà anche l’affiancamento di un consigliere delegato. C’è poi una delega specifica alle consulte che sarà portata avanti da Antonella Grassi". La giunta, tranne il primo cittadino che rappresenta i Democratici, è tutta espressione della Lista Civica, storico gruppo d’opposizione del comune unico. Tra i banchi della minoranza ci sarà il Pd, con Mandò, Gemma Franchi e gli ex assessori Niccolò Innocenti e Angela Fortunato.