Rinnovato il patto di gemellaggio tra San Giovanni e Corning

Ieri pomeriggio seduta solenne del consiglio comunale, alla presenza della delegazione Usa.

Il patto di gemellaggio

Il patto di gemellaggio

Arezzo, 21 febbraio 2024 – Una solida amicizia che dura da oltre 20 anni. Si è rinnovato ieri pomeriggio, a Palomar, il patto di gemellaggio e l’accordo di reciproca collaborazione fra i comuni di San Giovanni Valdarno e e della città statunitense di Corning. Dopo la missione della città del Marzocco in America lo scorso maggio, il documento è stato siglato anche in Italia durante la seduta solenne del consiglio comunale che si è svolta alla casa della cultura. La delegazione di Corning, arrivata a San Giovanni quattro giorni fa, è composta da William Boland, sindaco di Corning, Michelle Caulfield, sovrintendente scolastico di Corning, George Bacalles vice preside di una scuola e cittadino influente, Tim Ball professore e presidente del comitato gemellaggio, i rispettivi partner e due studentesse americane di 16 e 17 anni, ospitate, in questa permanenza in Italia, da studentesse dei Licei Giovanni da San Giovanni. Presenti all’evento il sindaco di San Giovanni Valdarno Valentina Vadi, la giunta comunale composta dal vice sindaco Paola Romei e dagli assessori Fabio Franchi, Laura Ermini, Nadia Garuglieri e Francesco Pellegrini, la presidente del consiglio comunale Elena Spadaccio, i consiglieri comunali, il referente per i gemellaggi del comune Paolo Antonio Ricci, il presidente del comitato gemellaggi Emanuele Bani, la dirigente scolastica dei Licei Giovanni da San Giovanni Lucia Bacci, la vice preside dell’Isis Valdarno Lucia Bellacci, il presidente del Centro di Geotecnologie Riccardo Salvini e gli ex amministratori che, negli anni, hanno tenuto vivo e rafforzato il legame di gemellaggio.

Le firme sul documento ufficiale sono state apposte dal primo cittadino di Corning William Boland, dal sindaco di San Giovanni Valentina Vadi e dalla presidente del consiglio comunale Elena Spadaccio. Il sindaco Valentina Vadi ha sottolineato le finalità dell'accordo.“Rinnovare, oggi, il patto di gemellaggio tra le nostre due città significa porsi l’obiettivo di intensificare ancora di più il legame tra San Giovanni Valdarno e Corning, rafforzare i rapporti tra le nostre realtà produttive che possono trarre benefici da una reciproca collaborazione, potenziare gli scambi turistici tra le nostre città fondamentali per lo sviluppo economico, e soprattutto consolidare ancora di più gli scambi tra i nostri giovani, tra le nostre scuole, le università ed i centri di formazione. Credo che quest’ultimo debba essere uno degli assi strategici del nostro rinnovato rapporto di gemellaggio, sul quale puntare con forza e determinazione nei prossimi anni per dare ai nostri giovani opportunità di conoscenza e di crescita personale, umana e anche professionale. Nel viaggio dello scorso anno a Corning portai la piena disponibilità delle nostre due scuole superiori, a riprendere, già dal 2024, i rapporti interrotti, per costruire un nuovo progetto scolastico di gemellaggio e la presenza, oggi, nove mesi dopo, delle studentesse americane qui a San Giovanni Valdarno, ospitate nelle famiglie, ne è un evidente e significativo esempio”.

“Non è soltanto un documento – ha sottolineato il sindaco di Corning William Boland – ma questo patto rappresenta un legame importante che abbiamo e che sentiamo fra Corning e San Giovanni. Questa città ci ha cercato e ci ha scelto dopo quanto accaduto l'11 settembre 2001 a New York per dimostrare vicinanza e solidarietà. Fra le nostre comunità ci sono tanti aspetti che uniscono. In un momento storico difficile come quello attuale il concetto di pace si fonda soprattutto sull'amicizia e sulla conoscenza reciproca e questo gemellaggio ha espresso chiaramente questo fine”. La seduta si è conclusa con la consegna dei doni da parte del primo cittadino Valentina Vadi a nome dell’intera comunità sangiovannese: il gonfalone, simbolo della città, è stato conferito al sindaco di Corning Bill Boland e una serigrafia di palazzo d’Arnolfo è stata consegnata all’ex sindaco di San Giovanni Mauro Tarchi e agli ex presidenti del consiglio comunale Andrea Romoli, Fabrizio Segoni e Fabio Franchi.