Quel biglietto non arriva a destinazione

Jawad Hicham ha ucciso Sara e Brunetta con 20 coltellate. Un biglietto di scuse non cambia la tragedia che i figli della coppia portano per sempre. Il delitto di San Lorentino scuote e inchioda alla riflessione.

Poche righe, scritte a mano. "Chiedo scusa, riparerò". Lo firma Jawad Hicham che ha ucciso con venti coltellate Sara e Brunetta. Lo ha fatto mentre i figli della coppia dormivano nella stanza accanto alla camera della mattanza. Poche righe, in un biglietto fatto arrivare ai giudici ma che non cambia nulla di ciò che è stato. Di una tragedia che i figli di Sara e Jawad portano sulla pelle, oggi e per sempre. Il fratello di Sara quella porta che il trentotenne magrebino spera possa socchiudersi, la serra a doppia mandata. "Lui non sa cosa è il pentimento. Ha ucciso chi lo ha salvato".

Il delitto di San Lorentino scuote, inchioda alla riflessione. E non può scolorire in un biglietto di scuse.