Quotidiano Nazionale logo
8 mag 2022

"Maggio", la sorpresa sul prato del Cassero

Secondo weekend di festa grande in città. Si punta al bis del "debutto" quando sono arrivati diecimila visitatori e spunta la maxi panchina

castiglion fiorentino
Cronaca
Il sindaco Mario Agnelli all’inaugurazione del Maggio che oggi celebra il patrono
Il sindaco Mario Agnelli all’inaugurazione del Maggio che oggi celebra il patrono
Il sindaco Mario Agnelli all’inaugurazione del Maggio che oggi celebra il patrono

di Lucia Bigozzi

Il Maggio Castiglionese è fatto per sorprendere. E la sorpresa è già sul prato del Cassero pronta per essere svelata oggi, nel secondo weekend in cui la città indossa l’abito della festa, si riprende la normalità rubata dalla pandemia e si specchia nella bellezza. Si punta al bis del "debutto", una settimana fa, quando in città sono arrivate diecimila persone secondo le stime degli addetti ai lavori e per farlo, Palazzo San Michele ha pensato a un’idea realizzata da un’azienda locale e donata alla comunità: una panchina gigante dipinta con il Tricolore, istallata di fronte alla terrazza naturale dell’area del Cassero che apre la vista sulla Valdichiana. Dalle piramidi di specchi e i parallelepipedi che riflettono figure e scorci di palazzi e monumenti, tappa obbligata dei visitatori per un selfie, alla panchina-gigante che amplifica la prospettiva e il "belvedere" ai piedi della Torre del Cassero. Un modo per rimarcare il senso di appartenenza e rilanciare l’immagine della città nell’anno della ripartenza, nonostante le incertezze della guerra e dei rincari. Qui la gente è determinata ad andare avanti e lo dimostra nella miriade di iniziative del Maggio che coinvolgono associazioni culturali e di volontariato, commercianti e ristoratori, imprenditori, circoli, rioni, il mondo dello sport: al teatro "Spina" c’è ancora l’eco del Gran Galà dello sport con Antognoni e Moser tra i "mattatori" della serata (incasso devoluto alla Misericordia) e ieri il sindaco Mario Agnelli insieme al Ct della nazionale di ciclismo Daniele Bennati hanno aperto la strada – rigorosamente in sella alla bici – ai 175 ciclisti in gara per il XXII Trofeo Menci.

Oggi è un giorno speciale perché si festeggia il patrono San Michele Arcangelo e c’è attesa per la processione con centinaia di figuranti, rionali, esponenti dei sodalizi e delle associazioni combattentistiche e d’arma.

La statua attraverserà il centro e i rettori dei rioni porteranno a spalla la Croce Santa, antico reliquario che custodisce un frammento della Croce di Gesù e di una spina della corona. Arte e cultura protagoniste nelle tre esposizioni a Palazzo Lorenzetti con 60 artisti, in pinacoteca con le opere di venti fotografi nelle shiramine di Antonio Manta e Carlo Landucci e nel sottotetto del teatro con le collezioni di pittori e scultori. Per gli amanti del vintage, ai giardini pubblici si può curiosare tra le bancarelle, mentre i bambini "lavorano" in laboratori didattici dove realizzare cadeaux per la mamma. Piazzale Garibaldi è il "cuore" pulsante della tradizione castiglionese tra fiera campionaria di macchinari agricoli e gli Orti della Valdichiana.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?