"Soddisfatto dell’unanime approvazione della proposta di intitolare una strada agli operatori sanitari". Il giorno dopo il sì all’atto di indirizzo di “Oraghinelli”, il presidente degli infermieri Giovanni Grasso esprime la sua gratitudine. "Voglio ringraziare i promotori dell’iniziativa, i consiglieri Palazzo e Delfini e sono convinto che questo riconoscimento darà maggior forza ai tanti colleghi impegnati ancor oggi, a un anno di distanza dall’inizio di questa pandemia, nei vari setting lavorativi. Se sarà tecnicamente possibile, sarebbe molto bello che la cerimonia di intitolazione avvenisse il 21 marzo, giorno nel quale inaugureremo un monumento, realizzato da Enzo Scatragli, dedicato ai sanitari vittime del Covid", conclude Giovanni Grasso.