La mostra documentaria dedicata a Gamurrini apre oggi in Biblioteca

L'istituzione Biblioteca città di Arezzo inaugura oggi una mostra dedicata a Gian Francesco Gamurrini, studioso di storia dell'arte e responsabile della biblioteca. La mostra documentaria è suddivisa in 8 aree e comprende manoscritti, incunaboli e studi fatti dal Gamurrini stesso. Viste guidate previste.

La mostra documentaria dedicata a Gamurrini apre oggi in Biblioteca
La mostra documentaria dedicata a Gamurrini apre oggi in Biblioteca

L’istituzione Biblioteca città di Arezzo inaugura stamani alle 9,30 nella sala del presidente la mostra dedicata alla figura di Gian Francesco Gamurrini, nel primo centenario della morte avvenuta il 17 marzo 1923. Gian Francesco Gamurrini è stato archeologo, letterato, storico, bibliofilo, studioso di storia dell’arte e personalità con molteplici interessi. Tra i vari incarichi ha ricoperto quello di rettore della Fraternita dei Laici e successivamente, dal 1880, quello di responsabile della biblioteca. In una delle sue opere ha scritto "La biblioteca di Arezzo è stata il mio asilo prediletto fino alla mia età si può dire fanciullesca (1850), e lo è specialmente adesso, che vi presiedo da circa trent’anni. Il principale mio intendimento è stato di formarvi una raccolta paesana, cioè di quanti libri stampati e manoscritti, che alla città e provincia di Arezzo si riferiscono". La mostra documentaria, che riporta alcuni dei pezzi più pregevoli della collezione, è suddivisa in 8 aree, manoscritti medievali, Peregrinatio Egeriae,incunaboli, piccoli formati e studi fatti dal Gamurrini stesso. La mostra è arricchita da 3 viste guidate: oggi, sabato 11 e sabato 18 novembre alle 10,30. Info 0575-377904.