L’amministrazione regala libri ai bambini delle scuole

Francesca Nassini: Diciamo ai nostri giovani che è importante essere cittadini consapevoli e che questa consapevolezza fa la differenza”

Libri ai bambini
Libri ai bambini

Arezzo, 2 gennaio 2024 – Anche quest’anno, l’Amministrazione comunale di Bibbiena ha deciso di regalare dei libri ai bambini e alle bambine delle prime elementari e delle prime medie degli istituti del territorio, per portare un augurio di felicità per i loro nuovi percorsi scolastici e per esortarli nella pratica fondamentale della lettura ai tempi dei social, una pratica che, come dice l’Assessora alla Cultura e Pubblica Istruzione Francesca Nassini “rappresenta la strada verso la partecipazione alla vita pubblica e fa la differenza nella costruzione di un futuro più giusto”.

L’Assessora Francesca Nassini commenta: “L’Augurio migliore che possiamo fare alle nuove generazioni è quello di leggere per saper leggere il loro presente e poter costruire un futuro di convivenza pacifica e di giustizia. Le due cose sono legate e il filo che le tiene insieme è appunto la consapevolezza, il saper vivere bene e in profondità il nostro tempo.

Come amministratori crediamo così tanto nel potere della lettura da aver sostenuto nel tempo tanti progetti volti alla sua promozione. Ricordo la lettura ad alta voce presso la Biblioteca Giovannini anche grazie all’Accademia di Teatro Nata e al nostro Festival del Libro, nato da una costola della mostra del libro per ragazzi e che quest’anno si svolgerà, ancora più coinvolgente e pieno di novità e grandi nomi dal 19 Febbraio al 9 marzo 2024. Ricordo anche i progetti sulla nostra Biblioteca ormai diventata un luogo aperto di condivisione e riflessione partendo dalla lettura, con la creazione di gruppi di lettura di ogni età”.

I testi sono stati donati alle prime elementari, alle prime medie e alle terze medie, ovvero ai ragazzi che già quest’anno dovranno scegliere il loro percorso formativo superiore. Il primo è Filastrocche per un nuovo mondo (AGC Edizioni)  in cui si affrontano tematiche universali come il rispetto per l’altro, la diversità, l’ambiente, il bullismo e la libertà. Il secondo testo è Social o Dis-social?.

Misura il tuo modo di stare (bene) nella rete (Funtasy Edizioni) scritto dal giornalista e saggista Roberto Alborghetti. Si tratta di una guida per Under 14 (e non solo) che cerca di guidare i ragazzi nell’utilizzo consapevole della tecnologia come una grande opportunità e non come un’esperienza che può ostacolare il ben-essere personale. Il terzo libro è “Italiani o it-alieni? 

Come giocare la carta della cittadinanza attiva”, un viaggio divertente tra gli articoli della nostra bellissima Costituzione per far capire l’importanza della democrazia e delle regole condivise per vivere in pace e serenità e ma anche per rispettare il bene comune. Il Sindaco Filippo Vagnoli commenta: “Si rinnova l’ormai tradizionale dono dei libri ai ragazzi delle scuole.

Mi fa sempre piacere incontrarli e parlare con loro, perché ritengo che solo così possiamo maggiormente coinvolgerli nella vita pubblica. Abbiamo appena salutato il nuovo consiglio comunale dei ragazzi e vogliamo fare di questa pratica della lettura attiva a profonda, un nuovo modo di essere cittadini del mondo”.