I vandali dagli scout. Imbrattata la sede e svuotati gli estintori. È il secondo assalto

Polvere ovunque, svastiche e scritte oscene su pavimenti e pareti. I giovani del gruppo non si sono persi d’animo: hanno ripulito i locali.

I vandali dagli scout. Imbrattata la sede e svuotati gli estintori. È il secondo assalto
I vandali dagli scout. Imbrattata la sede e svuotati gli estintori. È il secondo assalto

Presa di mira dai vandali la sede degli scout di San Giovanni. Alcuni ignoti, nella nottata tra domenica e lunedì, sono entrati all’interno dei locali in piazza Masaccio, forzando la porta d’ingresso e mettendo a soqquadro tutto l’ambiente. Sono stati svuotati due estintori, la cui polvere si è sparsa oltre che per terra in una delle stanze e nel bagno, fatto alcune svastiche sul pavimento oltre ad altri disegni osceni e imbrattato i muri. Un raid vandalico nel vero senso della parola, i responsabili dell’associazione hanno immediatamente provveduto a sporgere denuncia ai carabinieri ma resta tanta amarezza, mista a delusione, per l’episodio che segue, a distanza di circa tre mesi, un altro già accaduto sempre nelle stesse stanze ma di minore entità. La scoperta è stata fatta nel tardo pomeriggio di lunedì, a quel punto senza piangersi troppo addosso 15 scout si sono rimboccati le maniche, dopo cena, e nel giro di tre ore senza non qualche difficoltà hanno riportato tutto al loro posto. "Ed è questo l’aspetto più bello di tutta la vicenda, afferma con soddisfazione uno dei responsabili, perché non appena abbiamo fatto presente la situazione ai ragazzi si sono presentati con grande voglia di fare e nel giro di circa tre ore hanno rimesso tutto a posto. I locali sono tornati da subito fruibili, ci siamo organizzati con mascherine e tutto l’occorrente per dare prima possibile la possibilità anche agli altri gruppi scout di poter tornare alla completa normalità. E di questo li ringrazio pubblicamente". Sull’episodio è arrivata la ferma condanna anche del primo cittadino Valentina Vadi: "Un grave atto vandalico che condanno a nome di tutta la comunità sangiovannese. Esprimo la mia solidarietà e vicinanza al gruppo scout. Fanno davvero male queste cose, perlopiù perpetrate ai danni di bambini e persone che si spendono molto per aiutare il prossimo. Mi auguro che i responsabili di questo atto siano individuati e posti di fronte alle proprie responsabilità". Il gruppo scout Agesci sangiovannese vanta 170 ragazzi dai 17 anni in su. Nel 2022, peraltro, ha festeggiato il centenario dalla sua fondazione.