Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
2 mag 2022

"Gioco Scaccia Gioco". Libera Valdarno plaude all'iniziativa

L'iniziativa di contrasto al gioco d’azzardo rivolta alle giovani generazioni, è stata presentata, nella sua seconda edizione, in questi giorni.

2 mag 2022
marco corsi
Cronaca
featured image
Gioco Scaccia Gioco
featured image
Gioco Scaccia Gioco

Arezzo, 02 maggio 2022 - Il coordinamento valdarnese di Libera si è detto molto soddisfatto per la conferma del progetto “Gioco scaccia gioco”, iniziativa di contrasto al gioco d’azzardo rivolta alle giovani generazioni presentata, nella sua seconda edizione, in questi giorni. Coinvolti molti istituti comprensivi e superiori del Valdarno Aretino e Fiorentino, 13 per l’esattezza, con oltre 800 ragazzi in età adolescenziale, dopo la prima esperienza iniziata nel 2019, rivolta ai più piccoli. “Siamo felici che ANCI Toscana, riconoscendo il valore di questo progetto educativo, abbia deciso di finanziare la proposta di Conkarma, un’associazione che nel corso di questi anni ha acquisito su questo specifico tema una bella esperienza professionale – ha spiegato Libera – Contenti che il nostro territorio continui un’esperienza iniziata alcuni anni fa e della quale ci sentiamo parte, non solo perché continueremo a svolgere un’azione di partenariato all’interno del progetto, ma soprattutto perché riteniamo di avere una particolare “paternità” su questa esperienza che già nel 2018, prima della realizzazione del primo progetto, abbiamo proposto all’attenzione delle istituzioni e delle scuole valdarnesi”.

Da molti anni Libera Valdarno segue il tema del contrasto al gioco d’azzardo, facendo parte dell’Osservatorio Regionale, del tavolo istituzionale organizzato dal Serd Valdarno e lavorando in stretta sintonia con comuni e istituzioni. “Per questo progetto ci siamo “spesi” in questi anni in Valdarno, con i comuni, le scuole, la conferenza zonale per l’istruzione, con l’associazione Conkarma e anche con le istituzioni regionali, cercando di far capire come l’esperienza degli amici dell’associazione scacchistica di Livorno, che per primi hanno portato avanti il progetto dell’insegnamento del gioco degli scacchi, avesse un forte impatto educativo e di prevenzione – ha aggiunto l’associazione – Sentiamo dunque un po’ come “un figlio nostro” “Gioco scaccia gioco” in cui abbiamo sempre creduto e per il quale abbiamo lavorato perché potesse continuare ad avere un seguito e un futuro. La nostra speranza è che il progetto abbia forza e gambe per continuare nel tempo e negli anni, perché gli scacchi stimolano e allenano la nostra mente a decidere in modo autonomo e possono svolgere un ruolo di contrasto contro chi chiama gioco l’azzardo e la ricerca della mera fortuna, alla quale non si deve affidare il futuro della nostra vita. In fondo uno dei compiti di associazioni come Libera è proprio quello di stimolare le istituzioni a dare spazio e a finanziare progetti di alto valore educativo purché questi abbiano un seguito nel tempo. Siamo infatti convinti che solo dando continuità a iniziative di questo genere, si può pensare di costruire una società più libera e responsabile, formando le nuove generazioni”, ha concluso Libera.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?