Furti a raffica nelle abitazioni. Incursioni nel tardo pomeriggio: "Così ci saranno più controlli"

A sollevare la questione sono state le liste civiche che hanno fatto richiesta di pattuglie in zona. Il sindaco Benini: "È un problema che preoccupa tutti, abbiamo assunto un altro vigile urbano".

Furti a raffica nelle abitazioni. Incursioni nel tardo pomeriggio: "Così ci saranno  più controlli"

Furti a raffica nelle abitazioni. Incursioni nel tardo pomeriggio: "Così ci saranno più controlli"

Ondata di furti a Bucine e il Consiglio comunale all’unanimità sollecita l’intervento del Prefetto di Arezzo a programmare controlli straordinari del territorio. I topi d’appartamento nelle ultime settimane hanno preso di mira il capoluogo della Valdambra e in particolare, ha segnalato il gruppo di opposizione Alleanza per Bucine, si sono concentrati nella zona vicina allo stadio intitolato a Paolo Rossi. Come sempre corre sui social l’allarme per le incursioni dei ladri che non esitano ad entrare in azione neppure nel tardo pomeriggio, al crepuscolo, non appena i proprietari si allontanano dalle case delle strade limitrofe all’impianto sportivo. Segnalazioni alle quali negli ultimi giorni si sono aggiunte ulteriori denunce provenienti da qualche abitante delle frazioni valdambrine.

Si tratta di episodi reiterati che, viene sottolineato dalla minoranza, accrescono il senso di insicurezza dei cittadini. Da qui la richiesta, messa nero su bianco in una mozione, di potenziare le attività di controllo per garantire la sicurezza "un valore assoluto per la cittadinanza e pertanto da tutelare dalle forze dell’ordine di concerto con le istituzioni". Due le richieste dei civici alla Giunta: comunicare alla Prefettura quanto sta accadendo per ottenere un’iniezione massiccia di controlli in orari preserali e serali, e organizzare un numero maggiore di servizi di pattugliamento da parte della Polizia municipale, ricorrendo a prestazioni di lavoro straordinarie che assicurino una presenza visibile, costante e assidua. Sollecitazioni ritenute condivisibili dal sindaco Nicola Benini "perché il tema preoccupa tutti", ha rilevato, sottolineando che a non agevolare il contrasto alla microcriminalità da parte dei tutori della legge è anche la conformazione del territorio bucinese, uno dei più vasti per superficie in provincia di Arezzo. "Recentemente abbiamo provveduto ad una nuova assunzione nel Corpo dei Vigili urbani - ha poi spiegato - e chiesto turni più frequenti nel pomeriggio", ma la contromossa non sarà sufficiente per invertire la rotta, ha ammesso il titolare del municipio, ribadendo il senso di frustrazione per la criticità.

Ha poi ricordato che i Carabinieri della caserma di Bucine di recente hanno organizzato una serie di incontri pubblici nella sala parrocchiale per informare gli abitanti, specie gli anziani, sulle tecniche utilizzate dai malviventi per mettere a segno furti nelle abitazioni e contrastare la piaga delle truffe. Azioni che da sole non bastano e per questo Benini ha proposto e ottenuto dalla maggioranza di votare a favore della mozione perché un pronunciamento unanime conferirà più forza al bisogno di sicurezza di un’intera comunità.