E45, chiusura e caos a Pieve: "Code di auto nel centro abitato"

Il sindaco Marcelli sottolinea di aver ricevuto anche telefonate di chi ha pensato a un blocco totale "Aldià del trambusto, dobbiamo leggere in modo positivo il fatto: si lavora per una migliore viabilità" .

E45, chiusura e caos a Pieve: "Code di auto nel centro abitato"

A causa di un giunto deteriorato, la E45 ieri mattina è stata chiusa temporaneamente al traffico. in direzione Ravenna nel tratto pievano

Un’altra mattina di traffico sulla E45. A causa di un giunto deteriorato, la SS 3 "Bis Tiberina" è stata temporaneamente chiusa in direzione Ravenna, a Pieve Santo Stefano. L’Anas ha subito comunicato la chiusura temporanea del tratto ha inviato nella giornata di ieri operai per sistemare la strada. Ma chi si è trovato a percorrerla ha dovuto prendere un’altra uscita, creando code e malumori. Ormai da tempo sulla E 45 si vive tra cantieri aperti e possibili intoppi come ieri. In mattinata, era stato eseguito un intervento di manutenzione ordinaria in corrispondenza di un giunto di dilatazione al chilometro 138, fra le due uscite per Sansepolcro. Tutto è stato risolto in breve tempo e incanalando gli automobilisti verso il mpassaggio alternativo per creare meno interferenze sul traffico veicolare.

Di lì a poco, gli operai di Anas hanno portato a compimento il ripristino della pavimentazione in un punto localizzato fra i due svincoli per Pieve Santo Stefano, il che ha reso necessaria per qualche ora la chiusura della superstrada in direzione nord; pertanto, chi procedeva verso Cesena e Ravenna, è stato costretto alla deviazione all’uscita sud per poi rientrare a quella nord.

Nel pomeriggio, la situazione è tornata alla normalità, anche se è chiaro che in questo frangente il passaggio di vetture e autotreni abbia creato qualche ingolfamento nel centro abitato di Pieve, specie nel momento di punta dalle 12.30 alle 14. "Niente di più normale – ha commentato il sindaco Claudio Marcelli – perché mi sono arrivate anche telefonate da persone alle quali era arrivata la notizia della chiusura della E45. Direi che dietro una conseguenza apparentemente negativa, ovvero il convogliamento della circolazione su una strada a due corsie, debba essere letto positivamente il fatto che comunque sulla E45 si lavori, tanto più che è stata una parentesi di breve durata". Altri lavori, riguardanti la sostituzione del new jersey divisorio, sono in atto fra San Giustino e Sansepolcro, nel tratto al confine fra Umbria e Toscana, così come in quello romagnolo; d’altronde, quanto era stato programmato non era stato possibile per la sospensione dei cantieri (laddove era fattibile) nel periodo invernale, per cui adesso che è iniziata la primavera si può ricominciare.

Anzi, a breve sono previsti altri interventi di nuovo fra Pieve sud e Pieve nord, consistenti nel rifacimento della barriera laterale ancora per chi viaggia verso la Romagna e all’altezza della piazzola franata sei anni fa e da poco definitivamente risistemata.