Dipinti del Thevenin esposti a Casa Bruschi. Il restauro prezioso

Il presidente dell'Istituto Thevenin, Sandro Sarri, sta portando avanti il progetto di restauro della collezione Subiano, grazie al finanziamento del Soroptimist Club di Arezzo e della Fondazione Cr di Firenze. Quattro dipinti restaurati sono esposti fino al 31 agosto presso Casa Museo Ivan Bruschi. L'obiettivo è riunificare la collezione con il nucleo depositato al Museo e Pinacoteca di Arezzo nel 1937.

Dipinti del Thevenin esposti a Casa Bruschi. Il restauro prezioso
Dipinti del Thevenin esposti a Casa Bruschi. Il restauro prezioso

Il presidente dell’Istituto Thevenin, Sandro Sarri, porta avanti il progetto di restaurare la collezione Subiano, lasciata in eredità insieme al palazzo omonimo, già Bonucci, al Pio Istituto Thevenin, da Rodolfo Siviero il 14 ottobre del 1921. L’iniziativa è stata accolta nel 2022 dal Soroptimist Club di Arezzo finanziando il restauro della seicentesca Fuga in Egitto e nel 2023 anche dalla Fondazione Cr di Firenze, oltre che ancora una volta dal Soroptimist, facendo restaurare altri quattro dipinti, che sono esposti fino al 31 agosto nelle sale di Casa Museo Ivan Bruschi. E’ questo un "incontro" ideale tra collezionisti aretini, ricordando un entrambi i casi due figure importanti. Affidando gli interventi allo studio Ricerca di Arezzo, il progetto di recupero è importante e sarebbe ottima cosa che la collezione, studiata e pubblicata da chi scrive nel 2006, venisse riunificata al nucleo che nel 1937 fu dato in deposito all’allora Museo e Pinacoteca di Arezzo, all’epoca sotto la direzione di Alessandro Del Vita. Dei quattro dipinti, tra cui un Ritratto di Maria Luisa di Borbone e due Nature Morte, merita attenzione il bozzetto con l’Invocazione alla regina della pace.

Liletta Fornasari