Cortona, il Comune attiva il servizio taxi: al via il confronto con le categorie

Sei mezzi, due dei quali attivi tutto l’anno: ecco la proposta del Municipio. Al via il confronto con le categorie economiche

Spensierati e Rossi
Spensierati e Rossi

Arezzo, 3 gennaio 2024 – L’Amministrazione comunale di Cortona ha completato la relazione tecnica a supporto delle modifiche al Regolamento per il servizio di noleggio da rimessa con conducente.

Il primo atto risale al 2007, con successive modifiche nel 2013, ma adesso l’assessorato alle Attività produttive e l’assessorato ai Trasporti hanno studiato alcune novità per renderlo più aderente alle necessità della popolazione e dei visitatori. Le modifiche sono finalizzate ad istituire il servizio Taxi per il centro e tutto il territorio comunale, insieme alle località limitrofe.

La relazione tecnica comprende l’analisi della morfologia territoriale, delle tendenze demografiche e dei flussi turistici. Include uno studio sulle infrastrutture dei trasporti e mobilità esistenti, dei luoghi di interesse culturale e turistico, delle aree produttive, oltre ai centri sanitari.

Attualmente nel comune di Cortona sono operative 19 autorizzazioni all’esercizio del servizio di noleggio con conducente, ma non esiste un servizio taxi. Vista la sensibile crescita delle presenze turistiche e dell’offerta turistica del Comune di Cortona, ma considerate anche le esigenze dei residenti del centro storico, il servizio taxi, per la sua natura di servizio senza accettazione di prenotazione, ma solo con chiamata al momento, rappresenta, soprattutto nel periodo di massimo afflusso di turisti, una più accessibile e disponibile alternativa al servizio di Ncc.

Nei diversi incontri tenutisi negli ultimi due anni, gli operatori del settore turistico hanno rappresentato all’Amministrazione Comunale la necessità di adeguare i livelli essenziali dell’offerta del servizio di trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea.

Sulla base del quadro normativo, nazionale e regionale, prendendo atto dei contingenti di poli limitrofi, viene proposto un contingente numerico di 6 unità, di cui 4 stagionali (da aprile a ottobre) e 2 annuali, derivante dal rispetto di un valore medio per i capoluoghi di provincia (pari a 2,9 licenze ogni 10.000 abitanti nel 20167, che va incrementato considerando la forte vocazione turistica del Comune di Cortona).

La relazione e la proposta di delibera saranno discusse insieme alle categorie produttive nei primi giorni del 2024. Il servizio Taxi rappresenta una risposta importante alle esigenze di spostamento sempre in aumento e variegate alla luce del grande flusso turistico degli ultimi tempi - dichiara l’assessore ai Trasporti, Silvia Spensierati - Sarà uno strumento in più che per un territorio vasto come Cortona andrà a colmare le necessità dei cittadini e dei turisti in aggiunta al Tpl su gomma e gli Ncc».

«Con questo progetto diamo una risposta alla categorie economiche - dichiara l'assessore alle Attività produttive, Paolo Rossi - da più parti ci sono giunte richieste di rafforzare i servizi per la mobilità, prosegue la concertazione con gli operatori di settore per raggiungere un'intesa sulle nuove regole. Sarà utile per rendere la città di Cortona al passo con le nuove esigenze che dobbiamo affrontare».