"C’è un uomo a piedi sulla ferrovia". Caos treni, ritardi fino a 100 minuti

La rabbia dei pendolari per i disagi sulla linea verso Firenze tra corse cancellate e mancate comunicazioni. Giulia racconta l’odissea: "Ci hanno abbandonato in stazione senza poter andare avanti o indientro" .

"C’è un uomo a piedi sulla ferrovia". Caos treni, ritardi fino a 100 minuti
"C’è un uomo a piedi sulla ferrovia". Caos treni, ritardi fino a 100 minuti

e Manuela Plastina

"In tanti anni che faccio la pendolare non mi era mai successa una cosa del genere: abbandonati in una stazione senza poter andare né avanti né indietro". Giulia lavora a Firenze, ma vive ad Arezzo e da anni paga l’abbonamento. E conosce ritard e disagi su quella linea ferroviaria. Ma ieri mattina, dice, "abbiamo raggiunto l’apice del disservizio". Partito in orario alle 8,35 da Arezzo, il treno diretto sarebbe dovuto arrivare alle 9,25 a Firenze Campo di Marte senza fermate intermedie. "Subito ha cominciato a rallentare e accumulare ritardo e abbiamo letto che c’erano problemi sulla linea. Finchè ci siamo fermati dentro la stazione di Figline". Lì, a porte chiuse, hanno visto passare al loro fianco altre Frecce e regionali, sempre in direzione Firenze. "Quando è partito dalla linea accanto l’ultimo treno utile che avremmo potuto prendere per arrivare a destinazione – racconta Giulia – il capotreno ci ha annunciato che il mezzo su cui eravamo era stato soppresso. Son state aperte le portiere e siamo scesi. Poi il capotreno è sparito".

Per oltre un’ora sono rimasti sulla banchina, impossibilitati ad andare avanti o tornare indietro. "Finché un’altra capotreno ha preso a cuore la nostra situazione e ha fatto fermare un treno in transito, che non aveva la sosta programmata lì, permettendoci di salire e riprendere il viaggio. Sono arrivata a Campo di Marte oltre le 11,30". Lunedì nero per i pendolari aretini, con ritardi sui treni per Firenze fino a 100 minuti e 30 regionali cancellati. Motivo? Una persona a piedi sui binari.

Risultato: "La circolazione nel nodo di Firenze è stata rallentata dalle 7.50 alle 8.55 per disposizioni della Polfer", ha fatto sapere poi Trenitalia. Ma nessuno ha avvisato i pendolari che sono arrivati a destinazione con fortissimi ritardi o non ci sono arrivati. "I prezzi degli abbonamenti aumentano e i disagi pure" protestano. "L’intercity 580 della 7,32 da Arezzo a Firenze che doveva arrivare alle 8,06 alla stazione di Santa Maria Novella, è arrivato ad Arezzo già con 22 minuti di ritardo – spiega Dimitri Abbado referente del Comitato pendolari aretini - è andato in direttissima ma poi è stato fatto uscire prima della galleria San Donato, quindi dirottato nella linea lenta. Il treno passato da Pontassieve e si è fermato varie volte. Alla fine ha accumulato un ritardo dichiarato da Trenitalia di 96 minuti. Tradotto: un treno che doveva metterci 34 minuti è arrivato a destinazione 134 minuti dopo. Un disastro per chi usa il treno per andare al lavoro". Trenitalia sul momento aveva segnalato traffico intenso, dicono i pendolari. "Non ci hanno spiegato bene quale sia stato il motivo del ritardo clamoroso – prosegue Abbado - hanno solo parlato di ritardi per eccessivo traffico a Firenze. Quando siamo arrivati a Santa Maria Novella c’erano tantissimi treni in ritardo sul cartellone, 90, 80 minut. Una folla oceanica ai binari, difficile uscire dalla stazione".

È stato un problema generalizzato. "La mia compagna è partita col treno delle 7.45 che doveva arrivare a Firenze Campo di Marte entro le 8.50 e alle 9,17 era ancora ferma a Pontassieve dove è stata effettuata una fermata straordinaria", spiega Paolo Galletti. Trenitalia fa sapere che alle 14 "si registravano ancora ritardi nel nodo di Firenze causati dalle interruzioni alla circolazione richiesta la mattina dalla Polfer dopo l’avvistamento di una persona in movimento tra i binari. Le interruzioni sono state necessarie per consentire le operazioni che hanno portato all’individuazione e presa in consegna della persona, nei pressi della fermata a Firenze Statuto. Questo ha comportato forti rallentamenti che hanno interessato oltre 40 Alta Velocità e tre Intercity con ritardi fino a 100 minuti, mentre 30 Regionali in transito dal nodo di Firenze sono stati cancellati".