Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
10 mag 2022

Arrivato in Ucraina il camion della solidarietà della Misericordia

Il convoglio è giunto a Moghilev Podolsky. Generi di prima necessità, raccolti dalla Misericordia di San Giovanni e Cavriglia. 

10 mag 2022
marco corsi
Cronaca
featured image
Gli aiuti umanitari
featured image
Gli aiuti umanitari

Arezzo, 10 maggio 2022 - E’ giunto a destinazione il carico di aiuti umanitari dal Valdarno, promosso dalla Misericordia di Cavriglia e San Giovanni. E’ infatti arrivato a Moghilev Podolsky il camion con generi di prima necessità, raccolti dalla Confraternita grazie alla generosità della popolazione. Il convoglio ha viaggiato dallo scorso martedì a oggi, effettuando due tappe a Rivne e Lutsk precedenti all’arrivo a Moghilev Podolsky, facendo sì che più persone potessero beneficiare degli aiuti umanitari. “Una iniziativa – hanno spiegato dal Comune di Cavriglia – che conferma la forte amicizia che lega la nostra comunità con la città natale di Nikolaj Bujanov, il partigiano ucraino che donò la propria vita durante la Resistenza a Castelnuovo dei Sabbioni l’otto luglio 1944, quando venne ucciso durante un rastrellamento nazista: la missione umanitaria dunque rende anche omaggio al valore del giovane, medaglia d’oro al valore militare alla memoria e tra i simboli della Resistenza a Cavriglia”.

Il 3 maggio scorso era partito da Cavriglia alla volta dell’Ucraina un primo tir carico di aiuti per uomini, donne, bambini e anziani. Generi di prima necessità consegnati direttamente. Il camion con tutto il materiale, guidato da un autista ucraino, ha raggiunto infatti con un lungo viaggio di circa 48 ore tre località: Mogilev Podolsky, cittadina gemellata con Cavriglia, oltre Rivne Pibe e Lutsk. Circa 20 le tonnellate di aiuti: farmaci, vestiario, alimentari per adulti e bambini. L’Enpa ha donato alimenti per animali, spesso abbandonati a causa del conflitto bellico in corso. Un altro dramma nel dramma di una guerra che sta portando morte e distruzione. Anche questa volta i valdarnesi hanno quindi dimostrato una grande generosità a testimonianza della vicinanza dell’intera vallata nei confronti della popolazione ucraina vessata dalla guerra. Erano presenti alla partenza del tir, tra gli altri, il governatore della Misericordia di San Giovanni Alberto Cuccuini, il responsabile della sezione di Cavriglia Gabriele Parti e il sindaco di Cavriglia Leonardo Degl’Innocenti o Sanni. . “Un lavoro eccezionale – ha detto il sindaco Sanni – che ha permesso di riempire completamente i magazzini. Scatole su scatole con ogni genere di materiale da trasportare. Grazie anche ai tantissimi volontari che in questi giorni hanno lavorato strenuamente per una sola causa: aiutare chi in questo momento si trova sotto una pioggia di bombe senza speranza”.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?