Antenna vicina al santuario, il caso finisce in Regione

Il consiglio regionale a Firenze affronta la questione del traliccio per la telefonia mobile a Anghiari. Il comitato "No antenna" esprime soddisfazione per l'interrogazione presentata dai consiglieri del Pd.

Antenna vicina al santuario, il caso finisce in Regione

Il consiglio regionale a Firenze affronta la questione del traliccio per la telefonia mobile a Anghiari.

È finita in consiglio regionale a Firenze la questione relativa al traliccio per la telefonia mobile il cui basamento è stato già stato posizionato lungo la strada che collega Anghiari con il Santuario della Madonna del Carmine. I consiglieri del Pd Vincenzo Ceccarelli e Lucia De Robertis, hanno infatti presentato una interrogazione all’assessore Stefano Ciuoffo, ricordando come debba essere il Comune di Anghiari a convocare la conferenza dei servizi e a pianificare la corretta installazione degli impianti. Il comitato "No antenna" di Anghiari (nella foto il presidente Fabrizio Scartoni) ha preso atto con soddisfazione dell’interrogazione sul ripetitore in località "la Gattina", che ripercorre nel dettaglio gli aspetti procedurali, sociali e patrimoniali della vicenda, al fine di giungere alla soluzione del contradditorio con Inwit. Le due richieste all’assessore Ciuoffo sono precise: valutazione dell’iter che ha condotto alla collocazione dell’antenna proprio in quel punto e interessamento sul tavolo di confronto che dovrà avere luogo fra Comune di Anghiari e Inwint.