SUBBIANO
Cronaca

Altro weekend sulla sicurezza. Protezione civile in primo piano. Un campo-scuola per volontari

Fondamentale il supporto dell’assocazione nazionale carabinieri. Come intervenire nelle emergenze

Altro weekend sulla sicurezza. Protezione civile in primo piano. Un campo-scuola per volontari
Altro weekend sulla sicurezza. Protezione civile in primo piano. Un campo-scuola per volontari

di Sonia Fardelli

Secondo week end dedicato alla sicurezza a . Dopo quello per una guida sicura, oggi e domani ci sarà il primo Campo Zero di protezione civile, organizzato dall’Associazione Nazionale Carabinieri coordinamento Secov Toscana. Un’iniziativa che non è solo una semplice formazione, ma un’immersione totale nell’ambito della protezione civile e che si svolge con il patrocinio della Provincia e del Comune che hanno fornito anche un sostegno per la realizzazione di questo evento. "La protezione civile è un ambito al quale il sindaco in particolar modo deve dedicare attenzione perché è l’autorità territoriale competente – dice il primo cittadino Ilaria Mattesini – Questa iniziativa è dunque un bel regalo all’amministrazione comunale, ma anche alla comunità. L’Anc , coordinata dal presidente Paolo Sereni, ha coinvolto anche la sezione regionale organizzando un campo scuola per i suoi volontari. Per noi è una grande opportunità per condividere con loro tematiche che possono spingere anche l’amministrazione comunale a migliorarsi nelle strategie di protezione civile da intraprendere". Il campo scuola si svolgerà nell’area di via Salvemini e nella struttura polifunzionale che ha al suo interno anche il centro operativo comunale di protezione civile. L’intera giornata di oggi sarà dedicata alla formazione con corsi mirati alla convenzione di protezione civile con la Regione Toscana, con il corso base di protezione civile, con esercitazioni sull’uso di idrovore e sull’allestimento delle tende ministeriali P88, ma anche montaggio e smontaggio di tenda pneumatica. Un campo scuola che giunge a grazie anche all’interessamento del presidente locale Anc.

"Questo evento – spiega Sereni – per noi è una formazione che continua e ci mette in grado di aiutare gli altri nelle emergenze a cui siamo chiamati, ma è anche l’opportunità di condividere esperienze con le associazioni locali e i cittadini, rafforzando i legami tra la nostra associazione e la comunità e Capolona che ci vede sempre impegnati in vari servizi di assistenza, da quello alla scuola a quelli in eventi ben più gravi". La giornata di domani sarà dedicata ad un convegno, con inizio alle ore 9, che vedrà la presenza di autorità civili, militari e dei responsabili nazionali e regionali di protezione civile.