Addio Ulivi, anima della città. La sua missione nel sociale

Massimo aveva 62 anni: stroncato da un male incurabile alla vigilia di Natale. Fondatore di Prima Montevarchi, era anche vicepresidente della Pro loco.

Addio Ulivi, anima della città. La sua missione nel sociale

Addio Ulivi, anima della città. La sua missione nel sociale

di Marco Corsi

È stato il fondatore del movimento Prima , città che amava profondamente e per la quale si è speso in prima persona, organizzando e animando tante iniziative. Non a caso aveva assunto l’incarico di vicepresidente della Pro Loco, che oggi lo piange insieme a tanti suoi concittadini. Alla vigilia di Natale se n’è andato a soli 62 anni Massimo Ulivi, personaggio conosciutissimo soprattutto nell’associazionismo montevarchino. Sempre in prima linea per promuovere non solo , ma tutto il Valdarno. E’ spirato alle 20,30 del 24 dicembre, una notte che celebra la vita, circondato dall’amore dei suoi familiari. In questi mesi ha combattuto, con grande forza e dignità, contro una terribile e dolorosa malattia. "Ispiratore di numerosissimi progetti ed iniziative, Massimo è stato membro del consiglio di amministrazione di Pro Loco fin dalle sue origini, oltre che vicepresidente del comitato provinciale Unpli – ha ricordato l’associazione – Ci uniamo al dolore della sua bellissima famiglia, avendo perso un amico di grandissimo spessore interiore e valore morale. Che ti accompagnino cieli blu caro Massimo e grazie per quanto ci hai lasciato. L’intero gruppo di volontari e gli associati ti rendono omaggio. Sei stato per tutti noi un esempio di valore morale, amore per il territorio, impegno e generosità".

Il sindaco Silvia Chiassai Martini ha ricordato "un uomo garbato, educato, si direbbe per bene, una rarità oggi giorno. Un vero montevarchino – ha aggiunto – uno che non criticava, ma aiutava a risolvere i problemi e a proporre opportunità per migliorare la nostra città. Ha dedicato tempo e impegno nella realizzazione di tante iniziative per permettere di scoprire e apprezzare la nostra . Anche in questo lungo anno di malattia non ha mai smesso di donarsi anima e corpo, ha voluto fortemente realizzare il grande evento sui Presepi che grazie a lui è possibile visitare al Palazzo del Podestà in questo suo ultimo Natale". A ricordare Massimo Ulivi anche il vicesindaco Cristina Bucciarelli. " in questi giorni è bellissima ed il merito è anche suo: visitate la mostra dei presepi, guardate il contest, le luci e gli altri mille eventi. C’è il cuore di Massimo in tutto questo, gli vorremo sempre tanto bene". Ma Ulivi è stato anche fondatore e dirigente del movimento Prima . "Ha amato tanto la sua città dedicandosi a molteplici attività che ne permettessero la scoperta, la conoscenza e la valorizzazione – ha ricordato il movimento – Oltre ad essere vicepresidente della Pro-loco e membro del Cai, collaborava fattivamente con tante associazioni cittadine e con l’amministrazione comunale. perde uno dei suoi cittadini più operosi e propositivi. Con lui e per lui continueremo a lavorare per rendere una città sempre più bella, ospitale e importante. Alla moglie e alle figlie giungano le condoglianze di tutti noi". I funerali stamani alle 11 in Collegiata.