400 tifosi del Terranuova Traiana a Firenze per la finale. In paese è tornata di nuovo la passione

Un grande merito di questa società è quello di aver fatto riappassionare alla squadra di calcio la comunità.

I tanti tifosi biancorossi alle Due Strade

I tanti tifosi biancorossi alle Due Strade

Arezzo, 08 febbraio 2024 – Portare 400 tifosi in trasferta, un giorno feriale, per una partita di calcio. Con alle spalle una cittadina di 12.000 abitanti. Due pullman, nove pullmini e decine di auto private hanno seguito, ieri, a Firenze, il Terranuova Traiana, nella finale di Coppa Italia di Eccellenza con lo Sporting Cecina. E a parte il trionfo finale, 4-0, trofeo in cassa e fasi finali in arrivo - si giocherà il 14 al Matteini con il Terre di Castelli, ritorno in Emilia, a Castelvetro, il 28 febbraio - il più bel risultato raggiunto, in questi anni, dalla società biancorossa è quello di aver fatto di nuovo appassionare una intera comunità alla propria squadra di calcio. E guardate che non è per niente scontato. Oggi il mondo è cambiato. Rispetto a qualche decennio fa l'attaccamento alle locali squadre di calcio è sempre minore e gli spettatori, in molti stadi, latitano. In Valdarno Montevarchi e San Giovanni fanno eccezione, per il blasone e, soprattutto, la cultura calcistica delle due tifoserie. Anche Figline si sta riappassionando alla sua squadra di calcio, ma Terranuova è un caso da approfondire.

Non era facile "riappropiarsi" della città dopo i fasti dei gemelli Mugnai e, soprattutto, dopo la fusione con la Traiana. Ma grazie ad una costante e certosina opera di marketing sociale, come si dice in questi casi e con l'aiuto, decisivo, dei risultati, il paese è tornato ad appassionarsi alla propria società di calcio. Naturalmente non siano ancora tornati ai tempi d'oro della presidenza Presentini, storico patron biancorosso degli anni settanta e ottanta, quando lo stadio era gremito ogni domenica, ma siamo sulla strada giusta, e portare 400 tifosi in trasferta in una giornata feriale, anche se c'erano diversi ragazzi delle giovanili, per una cittadina di 12.000 abitanti è comunque un record. E' un altro, grande risultato raggiunto da questa ambiziosa e organizzatissima società guidata dal duo Morbidelli-Vannnelli, coadiuvati da uno stuolo di dirigenti e collaboratori che portano avanti con dedizione il loro ruolo. Insomma, il Terranuova Traiana è l'esempio di come si possa fare calcio con competenza e passione. E di come si riesca a riportare interesse per il pallone in una piccola comunità. Nel mondo globalizzato di oggi, una piccola oasi felice. Nel frattempo anche la Lega Nazionale Dilettanti – Comitato regionale Toscano – si è complimentata con la società valdarnese per la vittoria alle Due Strade.