Siena, 30 dicembre 2017 - Finisce a reti bianche il derby del Franchi, con Robur e Pisa che combattono per tutta la gara ma alla fine non si fanno male dicendo praticamente addio ai residui sogni di gloria legati alla testa della classifica. Il primo tempo, equilibratissimo, vede i pisani più pericolosi con Mannini sulla destra bravo ad attaccare Iapichino e a mettere nel mezzo palloni interessanti. In uno di essi Sbraga sbaglia l’intervento e Pane si supera deviando in corner a palla spinta inavvertitamente verso la porta dal compagno. Nella ripresa parte meglio il Pisa, che sfiora il palo con Masucci e poi chiama al grande intervento ancora Pane, stavolta sulla zampata di Di Quinzio. Col passare dei minuti i nerazzurri calano e il Siena sfiora la vittoria. Al 40’ da corner Sbraga anticipa tutti e di piatto destro coglie il palo a Petkovic battuto. È l’ultima emozione del derby: il bilancio della Robur nel momento in cui c’è il rompete le righe resta molto positivo con un secondo posto (insieme alla Viterbese) forse impensabile ad agosto.
 

ROBUR SIENA (4-3-1-2)
Pane; Rondanini, Sbraga, D’Ambrosio, Iapichino; Cristiani (45’st Guerri), Gerli, Vassallo; Guberti (32’st Campagnacci); Neglia (32’st Bulevardi), Marotta.
A disposizione: Rossi, Crisanto, Panariello, Terigi, Lescano, Mahrous, Cruciani, Romagnoli, Damian.
Allenatore: Mignani
PISA (4-3-3)
Petkovic; Birindelli, Ingrosso, Carillo, Filippini(36’st Lisuzzo); Mannini, Izzillo (14’st De Vitis), Gucher, Di Quinzio; Negro (14’st Eusepi), Masucci (45’st Cuppone).
A disposizione: Voltolini, Sabotic, Peralta, Giannone, Zammarini, Favale, Langella, Marconcini.
Allenatore: Pazienza
Arbitro: Zanonato di Vicenza (Tribelli-Badoer)
Ammoniti: Guberti, Di Vitis, Birindelli, Vassallo.
Recuperi: 0 e 3.
Angoli: 4-3
Spettatori: 1859 abbonati, 2948 paganti (1516 ospiti), 42550 incasso (compresa quota abbonati).