Firenze, 27 marzo 2017 - L'arco di Palmira è "un simbolo col quale tutti noi da Firenze vogliamo inviare un messaggio di pace e resistenza contro il terrorismo e la violenza". Lo ha detto Dario Nardella, sindaco di Firenze, svelando in piazza Signoria la riproduzione dell'arco del tempio di Bel distrutto dall'Isis.

Firenze è la prima città italiana a ospitare la riproduzione, dopo Londra, New York e Dubai. "Visto che i terroristi vogliono colpire l'uomo è la cultura, noi dedichiamo questo gesto all'uomo e alla cultura", ha aggiunto Nardella, che con questa inaugurazione ha simbolicamente aperto il programma di iniziative ("Un mese di eventi", ha sottolineato) previste nell'ambito del G7 della cultura che si terrà proprio a Firenze.

"Siamo tutti siriani", ha esclamato Roger Michel, direttore esecutivo dell'Institute for Digital Archaeology dell'università di Oxford, che ha realizzato il progetto dell'arco.