La festa del Bologna (foto Vitez/Liverani)
La festa del Bologna (foto Vitez/Liverani)

La Spezia, 27 marzo 2019 - Servono i rigori per decidere la vincitrice della 71/a edizione della Viareggio Cup, e alla fine i penalty sorridono al Bologna (7-6 al Genoa), che solleva al cielo il trofeo per la seconda volta bissando il successo dell'edizione 1967. Al Picco della Spezia, teatro della finalissima per l' indisponibilità dello stadio dei Pini di Viareggio, la gara termina 6 a 5 per gli emiliani allenati da Emanuele Troise, dopo l' 1-1 maturato al termine dei supplementari.

Mattatore della lotteria dagli 11 metri è il portiere Thomas Fantoni, che para due rigori sotto gli occhi di un para rigori d'eccellenza, Gianluca Pagliuca, oggi preparatore dei portieri delle giovanili emiliane. Nel primo tempo, sono gli emiliani a farsi preferire, con tre chiare occasioni da gol: al 17' con Rabbi che si gira in un fazzoletto ma col mancino non inquadra la porta, al 32' con il diagonale di Visconti che sfila di un nulla a lato del palo sinistro della porta, e poi al 41? con un tiro al limite d'area di Koutsoupias che fiora il palo. I gol arrivano nella ripresa.

A segnare, un pò a sorpresa, è la squadra di Sabatini, in vantaggio all' 11' con il bomber Bianchi che riceve da Cleonise, con un colpo di tacco supera un avversario e poi fulmina Fantoni. Il Bologna incassa il colpo ma trova ossigeno e idee nelle sostituzioni: al 44' il neo entrato Cossalter, capocannoniere del torneo, crossa dall'out di sinistra, la palla rimbalza a centro area e beffa Raccichini, che la osserva mentre si insacca nell' angolino opposto.

Ai supplementari non succede nulla, e il dischetto premia la squadra di Troise. Per l'estremo difensore bolognese anche la palma di miglior portiere del torneo, mentre il premio di miglior difensore è andato al genoano Njie e quello per il 'Golden Boy' al bomber genoano Bianchi.

Il tabellino:

BOLOGNA-GENOA 7-6 d.c.r. (1-1 d.t.s.)

Reti: 11' st. Bianchi (G), 44' Cossalter (B). 
(arbitro Banti di Livorno) 

BOLOGNA: Fantoni, Mazza, Cassandro, Khailoti, Rabbi (26' st. Farinelli), Militari (34' st. Uhunamure), Stanzani (26' st. Ruffo Luci), Koutsoupias (18' st. Piccardi), Nivokazi (18' st. Cossalter), Visconti (26' st. Krastev), Kastrati (18' st. Lunghi). A disp.: Bizzini, Barnabà, Busi, Padovan, Saputo, Dama, Rosso, Soldani. All.: Troise.

GENOA: Raccichini, Piccardo (45' st. Petrovic), Zanoli (40' st. Da Cunha), Karic, Rovella, Bianchi (21' st. Cella), Szabo (40' st. Gasco), Cleonise (34' st. Ventola), Njie, Masini (21' st. Adamoli), Goncalves (1' pts. Diakhate). A disp.: Ruggiero, Montaldo, Wozniak, Dumbravanu, Raggio, Criscito, Ricci, Dellepiane, Besaggio. All.: Sabatini.

Sequenza rigori: Cossalter (B) traversa, Adamoli (G) parato, Farinelli (B) gol, Da Cunha (G) gol, Ruffo Luci (B) gol, Cella (G) gol, Lunghi (B) gol, Rovella (G) gol, Mazza (B) gol, Ventola (G) gol, Piccardi (B) gol, Diakhate (G) gol, Cassandro (B) gol, Petrovic (G) parato.

Note: ammoniti Cleonise (G), Cella (G), Krastev (B), Mazza (B).

I premi individuali: 

  • 11° Golden Boy Viareggio Cup: Flavio Junior Bianchi del Genoa;
  • capocannonieri del Torneo: Cossalter del Bologna, Buso del Venezia, Montiel della Fiorentina, Kleiton dell'Athletico Paranaense, Camara e Pelle del Parma, Damascan del Torino, Mattioli del Sassuolo - tutti con 4 reti;
  • miglior portiere del Torneo: Thomas Fantoni del Bologna;
  • miglior difensore del Torneo - premio "Gianluca Signorini": Fallou Njie del Genoa;
  • giocatore più giovane della finale: Luca Dellepiane (nato il 14 ottobre 2002) del Genoa;
  • giocatore più «motivato e concentrato» della finale: Tommaso Cassandro del Bologna.