Viareggio, 6 maggio 2021 - Sono tornati a far lezione in dad, ovvero con la didattica a distanza, tutti gli studenti della scuola media Viani. "E speriamo davvero che sia l’ultima volta, speriamo di poter superare definitivamente questa emergenza sanitaria" dice il dirigente scolastico Antonio Debidda. Il provvedimento è stato necessario "a causa di una recrudescenza dei contagi tra gli alunni di classi e...

Viareggio, 6 maggio 2021 - Sono tornati a far lezione in dad, ovvero con la didattica a distanza, tutti gli studenti della scuola media Viani. "E speriamo davvero che sia l’ultima volta, speriamo di poter superare definitivamente questa emergenza sanitaria" dice il dirigente scolastico Antonio Debidda. Il provvedimento è stato necessario "a causa di una recrudescenza dei contagi tra gli alunni di classi e sezioni diverse. Contagi che – sottolinea il professor Debidda – sono avvenuti fuori dal contesto scolastico".

image

Insieme ai compagni dei ragazzi risultati positivi al Coronavirus, anche molti professori si trovano in quarantena, in via precauzionale e per disposizione della Asl Toscana Nord Ovest. "Questa situazione – prosegue il dirigente scolastico – ha determinato una carenza di personale, dunque non potendo garantire appieno l’attività e la didattica in presenza anche per la classi che non sono in in isolamento abbiamo dovuto ricorrere alla dad per l’intero istituto". E così da ieri mattina tutti gli studenti della Viani sono tornati ad accendere tablet e pc, in attesa di poter tornare sui loro banchi.

La comunicazione, arrivata lunedì pomeriggio, ha creato subito allarme tra le famiglie. "In molti ieri mattina hanno chiamato a scuola per avere informazioni. Ne approfitto quindi per tranquillizzare tutti – prosegue il professor Debidda –. Non ci sono situazioni di cluster e altro. Siamo di fronte ad una situazione che, con la Asl, abbiamo affrontato con il massimo della premura".

"Capisco anche il disagio per i genitori che lavorano – prosegue –, ma ricordo che non è la scuola a disporre le quarantene ma l’autorità sanitaria sulla base della sua attività di tracciamento". La scuola è rimasta aperta, con la segreteria e gli insegnanti che non si trovano in isolamento.

"Da lunedì per gli studenti che non sono in quarantena le lezioni riprenderanno regolarmente in presenza. Speravamo visto il calo dei contagi di non ritrovarci in questa situazione, ma è accaduto – conclude il dirigente scolastico – e speriamo davvero che questa sia l’ultima volta".

Mdc