Turisti in spiaggia a Viareggio (foto Umicini)
Turisti in spiaggia a Viareggio (foto Umicini)

Viareggio, 17 settembre 2019 -  L’appuntamento col turismo che verrà è stamani alle 10.30. A Palazzo delle Muse in piazza Mazzini, nel Salone Viani della Gamc, dove si tengono gli Stati Generali del turismo organizzati da «La Nazione», con il dibattito moderato dalla direttrice del nostro giornale Agnese Pini. «La Nazione» ha seguito quotidianamente l’andamento della stagione 2019, in cui l’industria delle vacanze da Viareggio al Forte ha manifestato punti di forza ma anche vistosi cedimenti. Da questa crisi, anche se ha colpito altre zone balneari d’Italia, è partito l’input della discussione che si terrà stamani. Sono attesi tutti i sindaci versiliesi, a partire dal padrone di casa Giorgio Del Ghingaro; con lui Alberto Coluccini (Massarosa) Alessandro Del Dotto (Camaiore), Alberto Giovannetti (Pietrasanta), Bruno Murzi (Forte dei Marmi). Hanno aderito anche Riccardo Tarabella (Seravezza) e Maurizio Verona (Stazzema) ma, in caso di impedimento, saranno sostituiti dai rispettivi assessori al Turismo, Giacomo Genovesi e Margherita Minetti.

Nel novero degli amministratori pubblici ci sarà anche Marialina Marcucci, presidente della Fondazione Carnevale. Al tavolo con la direttrice Pini siederanno anche Francesco Tapinassi, responsabile del settore turismo della Regione Toscana; Gianni Masoni, responsabile turismo di Confesercenti Toscana; Daniele Barbetti, presidente regionale di Federalberghi Confcommercio; e il noto blogger e youtuber Pietro Resta, in arte WikiPedro. E sono tantissimi i cittadini, operatori del settore e non, che hanno prenotato la presenza tra il pubblico. Si sono mosse agenzie di viaggi, addetti all’incoming, albergatori, balneari... tutto il composito mondo del turismo versiliese e del suo indotto, che ne completa l’importanza anche dal punto di vista economico.

Le esperienze e opinioni che verranno esposte agli Stati Generali si preannunciano variegate, così com’è la Versilia che offre uno spaccato ricchissimo per tantissimi turismi diversi: il mare, certo, ma anche la montagna col trekking, l’arte alla Gamc e nelle mostre all’aperto di Pietrasanta, lo spettacolo che va dal Pucciniano alla Versiliana, il soggiorno eco dei camping nella Macchia Lucchese. Tante ricchezze che, viene da chiedersi, vengono date per scontate rispetto al turista globetrotter, ma che nel mondo di Internet forse richiederebbero una nuova divulgazione. La stagione 2019 ha avuto i suoi picchi e le sue lacune, alcune invincibili come l’avversità meteo di maggio, altre correggibili. L’importante è non rimanere fermi sulla soglia ad aspettare chi passa, perché i concorrenti vanno a prendere la clientela direttamente a casa. E se questo è apparso reale quest’anno, probabilmente lo sarà sempre più in futuro.