Movida pre-covid, nell'estate 2019, a Marina di Pietrasanta (Umicini)
Movida pre-covid, nell'estate 2019, a Marina di Pietrasanta (Umicini)

Viareggio, 22 maggio 2020 - La polizia a livello nazionale si aspetta un weekend di fuoco, dopo la ripresa degli spostamenti, e i primi assembramenti visti nei luoghi della movida del Nord Italia e a Roma. Il Coronavirus ci sarà fino all’arrivo del vaccino: e i giovani convinti che "tanto muoiono solo i vecchi", molto illusi in questo, in caso di ammassamenti notturni diventerebbero in pochi giorni veicoli di nuovi picchi di contagio. Il rischio c’è, la Versilia che riapre apericena e dopocena è già sorvegliata speciale. Da stasera si annunciano controlli serrati nei luoghi dello struscio: Vialone, Lido, Focette, piazza Duomo a Pietrasanta, e Forte dei Marmi.

Nel mirino non ci sono solo i gestori di pub, bar e locali; piuttosto, le aree adiacenti dove in passato gli avventori si riunivano su marciapiedi e carreggiate. Imprenditori responsabili, come Edoardo Berti e Emiliano Cerri, anche ieri erano al lavoro per riallestire la churrascaria in Darsena.

"Non si balla e non si fa servizio al bancone – ricorda Berti – quindi teniamo chiuso il Maki, e ci concentriamo al ristorante dove tra cartelli, percorsi, e protezioni varie, approfitteremo di giardino e terrazza per tenere i tavoli a 3 o 4 metri di distanza, anche per chi viene a bere all’american bar. Ingressi solo col posto a sedere, per tenere tutti sotto controllo".

Ma che accadrà all’esterno dei locali? Tutti i proprietari si atterranno alle regole per i pubblici esercizi? Che potranno mai fare, se il Vialone, i parcheggi, i marciapiedi si riempiranno di ragazzi? La questione, sanitaria e di ordine pubblico, riguarda le autorità. "La nostra polizia municipale e le forze dell’ordine – osserva il sindaco Giorgio Del Ghingaro – già fanno controlli a tutte le attività economiche, e sanzioni a chi non rispetta le norme anti contagio. Li faremo anche nel fine settimana. La percezione del libero tutti è rischiosissima, poter uscire non significa fare feste o stare in 15 a chiacchierare. Abbiamo avuto due giorni di doppio zero in Versilia, cioè zero decessi e zero nuovi contagi. I reparti Covid si svuotano, ma non è ancora finita. Se ci sarano assembramenti e il contagio ricomincerà a correre, sarà la fine della ripartenza e scatteranno di nuovo le chiusure".

Infatti i pubblici esercizi che non rispetteranno il distanziamento, o anche senza colpa si troveranno al centro di assembramenti esterni, rischieranno seriamente di vedersi recapitare ordinanze di chiusura emesse dal questore. Non è un mistero che questo weekend saranno organizzati controlli ferrei, anche interforze: anche i ragazzi "assembrati" saranno sanzionati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA