monopattini elettrici
monopattini elettrici

Pietrasanta (Lucca), 4 agosto 2020 - Il primo monopattino era stato modificato per poter installare il seggiolino, sul secondo invece erano saliti in due in contemporanea. E come se non bastasse erano tutti senza casco, obbligatorio per gli under 18, e avevano 13 anni anziché 14, età minima per poterli condurre. Di fronte a questa sfilza di violazioni la polizia municipale non ha potuto fare altro che notificare alle famiglie sanzioni da 100 a 500 euro.

Anche in città stanno prendendo piede i monopattini elettrici come mezzo di movimento alternativo e a impatto zero. Ma c’è un codice della strada da rispettare essendo un veicolo a tutti gli effetti, da qui l’appello del comandante Giovanni Fiori rivolto soprattutto alle famiglie.

"Il monopattino non è un giocattolo – spiega – pertanto diciamo ’sì’ alla micromobilità, ma senza abusarne. Ricordo che deve avere un motore elettrico che non superi in potenza i 2 kilowatt, dev’essere dotato di un campanello, di una luce anteriore bianca o gialla fissa e, dietro, di catadiottri rossi e luce rossa fissa utili alla segnalazione visiva. Senza queste caratteristiche non può circolare col buio e inoltre non è necessario avere immatricolazione, targa e assicurazione dato che per poterlo guidare è necessario soltanto avere più di 14 anni. I monopattini – aggiunge – possono circolare su strade urbane col limite di 50 all’ora, sulle aree pedonali dove possono circolare le bici e su strade extraurbane solo all’interno delle piste ciclabili, mentre sono vietati sui marciapiedi e nelle aree riservate ai pedoni".