Viareggio, yacht in balia delle onde. Affondati quattro barchini

Il vento forte e il mare in tempesta hanno messo a dura prova gli ormeggi E un pino si abbatte sul tetto della chiesetta dei Sette Santi Fondatori

Le barchine ormeggiate lungo il canale Burlamacca messe a dura prova
Le barchine ormeggiate lungo il canale Burlamacca messe a dura prova

Viareggio, 4 novembre 2023 – L’acqua alta nelle Darsene e nel canale Burlamacca ha creato non pochi problemi all’interno della vasta area portuale. Gli ormeggi delle barche – messi a dura prova – hanno per fortuna tenuto, nonostante le condizioni estreme dovute al forte vento e al mare in tempesta. Qualche problema si è invece avuto lungo il canale Burlamacca dove 3-4 piccole imbarcazioni hanno iniziato a imbarcare acqua e sono di fatto affondate, pur rimanendo legate agli ormeggi. La Capitaneria di Porto ha prontamente informato i proprietari che dovranno provvedere al ripristino dei natanti o al loro smantellamento se non fosse possibile una riparazione.

Le onde che si sono abbattute sulla costa spinte dal forte vento di Libeccio, erano alte anche 3-4 metri. Un mare da paura insomma che ha impedito di fatto a qualsiasi imbarcazioni di avventurarsi fuori dall’imboccatura del porto.

Secondo una prima ricognizione degli uomini della Capitaneria, le strutture del porto hanno retto bene l’onda d’urto sebbene il mare abbia oltrepassato la diga foranea all’altezza dell’apertura della spiaggia libera. Il forte vento ha poi spinto grossi cumuli di sabbia nella stradina che corre sotto la diga foranea. Cumuli di sabbia che hanno reso di fatto impraticabile la zona e che hanno paralazzato ogni attività lavorativa della pesca. Problemi sono poi stati causati dalla fuoriuscita dell’acqua dalle Darsene in più punti nel primo pomeriggio, poi la situazione è tornata progressivamente nella normalità.

Sempre in Darsena, danni sono stati causati dalla caduta di un pino che si è adagiato sulla chiesette dei Sette Santi Fondatori di don Luigi Sonnenfeld.

red.viar