Covid
Covid

Versilia, 28 luglio 2021 - I nuovi positivi registrati ieri nei Comuni del Comprensorio sono 19: 4 a Seravezza, 2 a Forte dei Marmi, 4 a Camaiore, 7 a Viareggio, 1 a Massarosa e 1 a Pietrasanta. Inoltre all’Ospedale Versilia, dove al riprendere dei contagi era stata riaperta la bolla Covid, in base al bollettino giornaliero dell’Asl non ci sono ancora ricoverati; però almeno un paziente viareggino è stato portato, nei giorni scorsi, alla terapia intensiva di Massa.

Ieri però l’Asl Nord Ovest ha diramato i dati consuntivi della settimana che va martedì 20 luglio a lunedì 26: su 917 nuovi positivi registrati in questo arco temporale, 144 sono stati trovati in Versilia. Di questo totale dell’area vasta, è fondamentale notare la distribuzione in base alle vaccinazioni: 879 nuovi positivi sul totale dei 917 casi, pari al 96%, sono persone che non hanno fatto il vaccino; 31 hanno fatto solo la prima dose, e sono il 3% dei nuovi positivi; e solo l’1% di questi nuovi positivi aveva già completato le due iniezioni del ciclo completo di vaccinazione anti Covid.

Tali numeri dovrebbero tagliare la testa al toro, e cioè a chi diffonde balle sull’utilità del vaccino: che, anche quando non evita del tutto l’infezione, riduce del 92-96% il rischio di sviluppare la malattia in forma grave. Ma in quest’epoca di ritorno al medioevo, numeri e scienza servono a poco per chi è vittima del complottismo e altre specialità del fenomeno "post-truth" (per il quale tanti vogliono sentirsi dire solo ciò a cui già credono). Dunque dal 20 al 26 luglio ben 91 dei 144 nuovi positivi versiliesi hanno meno di 35 anni: sono il 64% del totale dei contagiati, altra conferma di come il Covid con le sue varianti ora colpisca maggiormente chi non ha ancora fatto il vaccino, e chi si lascia andare a comportamenti collettivi senza rispetto per distanziamenti e mascherine, come nelle varie movide.

Questa la distribuzione dei casi settimanali: Camaiore 21, Forte dei Marmi 12, Massarosa 9, Pietrasanta 27, Seravezza 12, Stazzema 4, Viareggio 59. Per fortuna, finora, i contagi giovanili non hanno granché incrementato l’occupazione dei posti letto dei reparti Covid e delle terapie intensive, dalle cui percentuali può dipendere il passaggio della Toscana alla zona gialla con ulteriori restrizioni. Peraltro, dati i tempi lunghi di incubazione e negativizzazione, si noti che nella settimana in esame a fronte di 144 nuovi contagi, ci sono state appena 25 guarigioni. Altro dato che conferma un trendi di crescita della diffusione virale, lenta ma inesorabile, insieme alle quarantene per contatto con positivi che sono cresciute di 1.093 unità.

Visto che gli effetti dei vaccini sono così concreti, ecco lo stato dell’arte in Versilia: l’Asl ha finora somministrtao 78.774 prime dosi e 67.489 cicli completi. La percentuale di persone che hanno ricevuto almeno una dose è il 64,9%. Questa la copertura per ogni fascia d’età: over 80 - 92,3%; da 70 a 79 anni - 88,7%; da 60 a 69 anni - 83,3%; da 50 a 59 anni - 70,9%; da 40 a 49 anni - 56,7%; da 30 a 39 anni - 50,1%; da 20 a 29 anni - 34,1% da 12 a 19 anni - 17,6%.