"Perugia, sei così bella". La Sir le suona a Cisterna

Il cantante Alfa ha anticipato con un concerto la partita di superlega. I Block Devils passano in casa in quattro set, Plotnytskyi e Ben Tara scatenati.

"Perugia, sei così bella". La Sir le suona a Cisterna
"Perugia, sei così bella". La Sir le suona a Cisterna

SIR SUSA VIM

3

CISTERNA VOLLEY

1

(25-16, 25-19, 20-25, 25-23) : Plotnytskyi 17, Ben Tara 17, Semeniuk 14, Resende Gualberto 10, Solé 6, Giannelli 4, Colaci (L1), Candellaro 2, Ropret 1, Herrera, Held, Toscani. N.E. – Leòn, Russo (L2). All. Angelo Lorenzetti.

CISTERNA: Faure 19, Bayram 12, Peric 11, Nedeljkovic 6, Mazzone 1, Baranowicz 1, Piccinelli (L1), Rossi 3, Czerwinski, De Santis, Giani. N.E. – Finauri, Tosti, Ramon (L2). All. Falasca.

Arbitri: Umberto Zanussi (TV) ed Alessandro Pietro Cavalieri (CZ). SIR (b.s. 20, v. 6, muri 11, errori 10). CIS (b.s. 15, v. 7, muri 7, errori 9).

"Sei così bella, anzi bellissimissima"! Il ritornello del celebre tormentone di Alfa che ha anticipato con un concerto la partita di superlega è rimasto in testa ai tifosi che lo hanno dedicato ad una Sir Susa Vim Perugia capace di rendere tutti felici ("you make me happy"). I block-devils si sono limitati a giocare, con l’avversaria giunta al palasport di Pian di Massiano per giocarsi le sue carte che non ci è stata a recitare il ruolo di spalla. I block-devils hanno cominciato eccitati, ma nel corso della gara sono incappati in una pausa, impiegando quattro set per regolare una Cisterna Volley in possesso di buoni strumenti. Una esibizione di qualità solo a tratti per i bianconeri che hanno tenuto alto il livello della battuta, raccogliendo di conseguenza molto dal muro. A livello individuale la parte del leone l’ha fatta lo schiacciatore ucraino Oleh Plotnytskyi, premiato prima del fischio d’inizio quale miglior giocatore della gara di Verona e del mese di novembre secondo la Lega. Dopo il simpatico preambolo del concerto di Alfa, il numeroso pubblico presente sugli spalti si è gustato lo spettacolo sportivo. Inizialmente i padroni di casa paiono indiavolati e con un Ben Tara in serata mettono giù ogni pallone creando subito una spaccatura (10-6). Provano a contrastare la superiorità altrui i pontini ma riescono a scalfire solo con Peric (17-11). Sale in cattedra Plotnytskyi (sei palle a terra) e trascina al vantaggio. Alla ripresa si combatte di più (11-9). Faure ritrova efficacia ma Ben Tara è implacabile (sette colpi vincenti) e scava un solco (21-14). Il muro umbro è solido e quello di Semeniuk vale il raddoppio. Nella terza frazione cala il ritmo dei bianconeri e ne approfittano i laziali che si portano avanti con uno scatenato Peric (6-9). La situazione peggiora benché Resende Gualberto si faccia sentire a rete (13-19). Entra Candellaro ma la rimonta non riesce. Il quarto parziale avanza a braccetto (8-8). Qui Giannelli prende per mano la squadra ed imprime l’accelerazione (17-11). Alla fine qualche brivido risolto da Plotnytskyi.