Salvini a Perugia (Foto Crocchioni)
Salvini a Perugia (Foto Crocchioni)

Perugia, 7 agosto 2020 - "Gli altri si chiudono nei palazzi, noi ci apriamo alla gente". Così Matteo Salvini a Perugia: il leader della Lega ha inaugurato la nuova sede del partito nel difficile quartiere di Fontivegge, in cui il tema della sicurezza è sempre attuale. Molti i simpatizzanti e gli elettori della Lega che lo hanno accolto. Salvini ha parlato anche di temi nazionali. 

«Saranno gli italiani a licenziare questo Governo. Non il 'palazzò che si autoprotegge - ha detto Salvini - La metà dei parlamentari - ha aggiunto - non hanno una vita fuori di lì e voterebbero il Governo anche di Pippo, Pluto e Paperino pur di rimanere attaccati alla poltrona ma temo che in autunno la situazione economico-sociale sarà complicata e saranno gli italiani a chiedere scelte veloci, rapide ed efficienti. Non sarà la Lega a tendere trappole, ci pensano da soli».

«Ho la sensazione che le Marche daranno alla Lega la stessa soddisfazione che diede l'Umbria lo scorso anno»: è quanto ha poi detto Matteo Salvini. «Le due regioni potranno così avviare un gemellaggio tra amministrazioni, insieme anche all'Abruzzo, su alcuni temi come il turismo, le infrastrutture, la viabilità», ha aggiunto il leader della Lega. Che si è detto fiducioso anche del risultato che uscirà fuori dalle altre regioni al voto. «Così - ha sottolineato - qualcuno a Palazzo Chigi avrà qualche problema».