Maltempo in Umbria: frane, esondazioni e vento forte

Alberi caduti a causa delle forti raffiche. Strappato il tendone del Tennis Club. A Perugia compromessa una delle coperture di un circolo tennistico. Il Tescio ha straripato creando criticità in molti comuni della regione

Il pallone lacerato del Tc
Il pallone lacerato del Tc

Perugia, 5 novembre 2023 -  Le raffiche di vento che hanno soffiato in città  a più di 70 chilometri all'ora (nelle zone di montagna sono stati sfiorati i 100 chilometri)  hanno fatto volare tegole, rami e oggetti vari dalle terrazze ma hanno strappato anche il doppio pallone del Tennis club Perugia, il circolo di via Bonfigli famoso per ospitare ormai da diversi anni gli Internazionali Atp che si disputano a giugno. 

A detta dei custodi si è trattato di un fatto eccezionale, perché in tanti anni non si era mai verificata una cosa simile, nemmeno in occasione delle grandi nevicate. Stesso problema anche al Bambagioni.

Così stamattina intorno alle 7, quando il circolo ha aperto per consentire ai soci le consuete partite domenicali chi era lì si è trovato davanti agli occhi una scena che aveva dell'incredibile: la furia delle raffiche  ha  lacerato la copertura del pallone mentre il  box di ingresso è stato ribaltato, come alcuni pali di sostegno.

Ma il maltempo causato dalle ripercussioni dell'uragano Ciaran si è fatto sentire anche in altre parti dell'Umbria, La conta dei danni è pesante:  È nuovamente esondato il torrente Tescio, determinando criticità nella zona di Assisi e frane nelle aree di Pian della Pieve e del Bosco di San Francesco.

I vigili del fuoco di Perugia hanno circoscritto le zone di emergenza: sono i comuni di Perugia, Assisi, Foligno, Todi, Gualdo Tadino, Fossato di Vico, Spoleto, Giano dell’Umbria, Città della Pieve. La maggior parte delle richieste di intervento giunte ai pompieri riguarda piante cadute e pericolanti.