Un musical oltre le sbarre. Il Vangelo entra in carcere

I ragazzi della parrocchia di Ferro di Cavallo in scena con “Il figliol prodigo“. La direttrice di Capanne: "Momenti di grande valenza educativa per tutti" .

Un musical oltre le sbarre. Il Vangelo entra in carcere

Un musical oltre le sbarre. Il Vangelo entra in carcere

"Ecco cosa manca alla mia vita: il perdono!". La parabola del Figliol Prodigo, trasposta in musical, è una catechesi vivente portata dentro il carcere. Gli spettatori del tutto speciali di Capanne sono rimasti colpiti e coinvolti e anche le forze di polizia giudiziaria applaudono emozionate: segno forte che in questi luoghi di emarginazione i sentimenti passano al di là di sbarre, muri di recinzione, nazionalità, età.

"Il debutto in carcere è stato un giorno molto particolare - ammette Federico Fiorucci, ideatore e motore del Musical- È questo il luogo dove si comprende il massimo significato di questo brano evangelico. Avevo fame e mi avete dato da mangiare, avevo sete e mi avete dato da bere... ero in carcere e mi avete visitato". A portare in scena la parabola, i ragazzi della Parrocchia di Ferro di Cavallo con musiche, balli e testi, tutti rigorosamente dal vivo ed inediti. Dopo un anno di repliche in varie piazze perugine e un’apparizione alla Domus Pacis di Assisi, questa volta è la Casa Circondariale di Capanne ad accogliere questo “Vangelo fatto Teatro”, che ha avuto la capacità di comunicare con passione argomenti, tra l’altro, seriamente legati alle storie degli ospiti.

Insieme al vicario vescovile, don Simone Sorbaioli, in platea anche la direttrice del carcere Antonella Grella. "Sono occasioni di grande valenza educativa; creare ponti con la realtà esterna è fondamentale per chiunque si trovi in detenzione. Peccato che le regole ferree del penitenziario e la carenza di personale le facciano diventare piuttosto rare". "Quei fratelli siamo tutti noi e quei genitori rappresentano la guida della Fede", testimonia Michele Nani, attore professionista che ha dato un grosso aiuto nella regia.

Applausi agli attori: Francesco Angelucci, Sara Angelucci, Tommaso Annibaldi, Filippo Anticaglia, David Cacianini, Lucia Biagetti, Emilia Cardoni, Enrico Cardoni, Gianni Cardoni, Giulia Cardoni, Anna Elisa Chisalita, Giuseppe Ciorba, Luigi Cira, Mauro Cozzari, Gabriele del Buon Tromboni, Anna Fanfarillo, Marta Fanfarillo, Federico Fiorucci, Maria Fiorucci, Ester Fringuelli, Giovanni Gialanella, Pietro Mastrodicasa, Tommaso Melloni, Giacomo Morettini, Aliki Nani, Matteo Nani, Michele Nani, Tommaso Patacca, Sara Pecetti, Anna Protani, Camilla Rossini, Francesco Schiavolini, Angela Settequattrini, Edoardo Svolacchia, Francesco Filippucci.