Tra i primi ad arrivare sul posto i Vigili del fuoco e la Polizia Stradale
Tra i primi ad arrivare sul posto i Vigili del fuoco e la Polizia Stradale
Perugia, 23 novembre 2021 - Non c’è stato nulla da fare per Abdennour Haddad l’uomo di 37 anni che domenica sera ha perso la vita in un incidente d’auto che si è verificato lungo il raccordo autostradale Perugia-Bettolle. La vittima è un cuoco tunisino residente a Siena che viaggiava insieme ad un altro uomo, di 34 anni e di nazionalità marocchina, rimasto ferito e giudicato guaribile in 30 giorni dai sanitari del Santa Maria della Misericordia di Perugia. La dinamica dell’incidente è ancora tutta da chiarire, saranno gli uomini della polizia stradale...

Perugia, 23 novembre 2021 - Non c’è stato nulla da fare per Abdennour Haddad l’uomo di 37 anni che domenica sera ha perso la vita in un incidente d’auto che si è verificato lungo il raccordo autostradale Perugia-Bettolle.

La vittima è un cuoco tunisino residente a Siena che viaggiava insieme ad un altro uomo, di 34 anni e di nazionalità marocchina, rimasto ferito e giudicato guaribile in 30 giorni dai sanitari del Santa Maria della Misericordia di Perugia.

La dinamica dell’incidente è ancora tutta da chiarire, saranno gli uomini della polizia stradale di Perugia - intervenuti per i soccorsi e i successivi rilievi - a dover stabilire le ragioni che hanno portato il veicolo a ribaltarsi. Secondo una prima ricostruzione i due uomini viaggiavano in direzione Bettolle quando per cause ancora al vaglio degli inquirenti il mezzo si è scontrato con un’altra vettura che procedeva nella stessa direzione.

Ma la Volkswagen Golf di colore grigio condotta dalla vittima ha avuto le conseguenze più gravi, avrebbe dapprima urtato la barriera spartitraffico sulla sinistra per poi ribaltarsi e finire sottosopra diverse decine di metri più avanti.

Uno schianto che non ha lasciato scampo al 37enne morto al momento dell’impatto e per il quale non hanno potuto fare niente i medici del 118. Se la caverà invece l’amico, estratto dall’abitacolo e portato d’urgenza all’ospedale di Perugia.

L’incidente è avvenuto intorno alle 21.40 poco dopo lo svincolo di Magione, sul posto, oltre ai sanitari del 118, anche i vigili del fuoco e gli agenti della polizia stradale.

Il tratto di strada interessato è stato immediatamente chiuso e il traffico è stato indirizzato sulla viabilità interna per permettere tutte le operazione di soccorso, i successivi accertamenti ed in seguito il recupero dei mezzi ed il ripristino del manto stradale.

Il ferito è tuttora ricoverato all’ospedale di Perugia per un politrauma, ma è fuori pericolo e le lesioni riportate sono state giudicate guaribili con 30 giorni.

La vittima si era trasferita a Siena da Tunisi nel 2010 per lavorare nelle cucine dei ristoranti del posto.

Lascia una moglie, è stata lei nelle scorse ore a condividere la notizia della tragedia sulla pagina social, informando parenti e amici che il suo compagno era morto in Italia in un tremendo incidente d’auto a centinaia di chilometri dalla sua terra d’origine. In pochi minuti sono stati centinaia i messaggi di cordoglio.

Si tratta dell’ennesimo incidente mortale sulle strade dell’Umbria in questi mesi.

Una tragedia che peraltro si è consumata proprio nella Giornata mondiale in memoria delle vittime della strada. Una ricorrenza voluta proprio per sensibilizzare tutti sull’importanza della prevenzione e del rispetto delle regole del codice della strada per evitare che accadano ancora drammi simili.

S.M.