np_user_4025247_000000
STEFANO CINAGLIA
Cronaca

“Mi sento sola”: ma in casa c’è il nipote che fuma spinelli. Lui tradito dall’odore della droga

Intervento dei carabinieri su richiesta dell’anziana, che aveva chiamato il 112 perché abbandonata. Il ragazzo è stato segnalato come assuntore di stupefacenti

Carabinieri in una foto di repertorio (Fotocronache Germogli)
Carabinieri in una foto di repertorio (Fotocronache Germogli)

Terni, 11 aprile 2023 – E’ stato segnalato in Prefettura dai carabinieri come assuntore di stupefacenti, insieme all'amico che era con lui, il 27enne incensurato sorpreso a fumare spinelli in taverna dopo che la nonna, 94 anni, si era rivolta al 112 dell'Arma in quanto si sentiva sola.

Il caso: cosa è successo

Sono le 21.45 del 3 aprile scorso quando alla centrale dei carabinieri arriva la chiamata dell'anziana signora, turbata da una discussione familiare avvenuta poco prima e a cui era estraneo il nipote: "Mi sento abbandonata".

Sul posto, una casa in provincia di Terni, interviene una pattuglia dell'Arma che si accerta delle condizioni dell'anziana, fortunatamente buone.

I militari però capiscono che c’è qualcosa di strano. Sull'uscio dell'abitazione avvertono infatti odore di hashish. Chiedono quindi alla donna se in quel momento in casa ci fosse qualcun altro. La 94enne segnala la presenza del nipote e spiega il suo comportamento ai militari, comportamento che sulle prima appare alqunato strano: "Sta sempre chiuso in taverna".

E i carabinieri bussano alla porta della taverna, si qualificano, e scoprono il ragazzo e l'amico intenti a fumare spinelli e assolutamente ignari dell'iniziativa della nonna.