"La speranza oltre la guerra". Raccolta fondi per aiutare i cristiani in Terra Santa

Assisi, i francescani si mobilitano e lanciano un nuovo appello per la pace in Medio Oriente. L’8 dicembre l’accensione dell’Albero di Natale e l’inaugurazione del presepe di sabbia.

"La speranza oltre la guerra". Raccolta fondi per aiutare i cristiani in Terra Santa
"La speranza oltre la guerra". Raccolta fondi per aiutare i cristiani in Terra Santa

Un Natale di pace. È l’appello che si leva dalle Basiliche papali di San Francesco e di Santa Maria degli Angeli con varie iniziative e ‘segni’ di grande valenza. Nella cittadina della Porziuncola, in occasione dell’inaugurazione del "Presepe sotto le stelle", fra Francesco Piloni, Ministro Provinciale dei frati Minori, ha lanciato la campagna di raccolta fondi: "La speranza oltre la guerra" a sostegno del Patriarcato Latino di Gerusalemme e con esso gli oltre 3.000 cristiani palestinesi che in Cisgiordania hanno perso il lavoro e la speranza di un futuro. "Non c’è Greccio senza Betlemme, e oggi più che mai i Cristiani in Terra Santa hanno bisogno di un aiuto concreto – ha detto il Cardinal Pierbattista Pizzaballa, in collegamento da Gerusalemme -. La situazione economico-sociale è gravissima e le richieste d’aiuto che il Patriarcato Latino riceve ogni giorno, da parte delle famiglie cristiane, si sono moltiplicate". "Sia davvero Natale, tacciano le armi e tornino a parlare gli uomini e le donne, per cercare e trovare soluzioni giuste e condivise". Così fra Marco Moroni, Custode del Sacro Convento, nel presentare le iniziative di Assisi: l’8 dicembre, alle 17, la Santa Messa, poi l’accensione dell’albero di Natale e del videomapping sulla facciata della chiesa superiore, la benedizione e l’inaugurazione del presepe di sabbia realizzato nell’ambito del progetto dello Jesolo Sand Nativity al quale stanno lavorando gli artisti Ilya Filimontsev, Susanne Ruseler e David Ducharme utilizzando 240 tonnellate di sabbia: le offerte raccolte a Jesolo e ad Assisi contribuiranno a sostenere l’attività del Centro Medico San Massimiliano in Burkina Faso. "Siamo orgogliosi – ha detto Christofer De Zotti, sindaco di Jesolo, – che il Sand Nativity giri l’Italia".

Maurizio Baglioni