Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
3 ago 2022
3 ago 2022

Insulti e minacce, terrorizza una donna

L’uomo ha anche tentato di forzare la porta del suo studio. È finito nei guai anche per danneggiamento

3 ago 2022
Sono intervenuti gli agenti di polizia
Sono intervenuti gli agenti di polizia
Sono intervenuti gli agenti di polizia
Sono intervenuti gli agenti di polizia
Sono intervenuti gli agenti di polizia
Sono intervenuti gli agenti di polizia

Era nel suo studio a lavorare, in via Manzoni. Ha sentito delle urla provenire dalla strada e si è affacciata per individuare un uomo che l’ha aggredita a insulti e minacce. Ha iniziato anche a sputarle contro. Terrorizzata dal comportamento dell’uomo, la donna è rientrata all’interno dello studio per mettersi al riparo, ma questo non è bastato a far desistere l’altro, identificato poi per un 49enne italiano. La reazione dell’uomo era stata ancora più veemente. Non solo gli insulti, ma anche un ripetuto tentativo di forzare la porta d’ingresso dello studio, colpendola a calci e pugni e con un mattone, con l’obiettivo di entrare.

La donna, in preda al panico, aveva chiesto aiuto alla polizia, contattando il numero unico di emergenza per denunciare quanto stave avvenendo. Mentre l’uomo si allontanava, evidentemente dopo aver intuito che sarebbero arrivate a breve le forze dell’ordine, la pattuglia della squadra volante a raggiunto via Manzoni. Dopo aver raccolto il racconto della donna, gli agenti sis ono messi sulle trace del presunto responsabile. Dopo aver raggiunto e identificato, i poliziotti lo hanno sentito in merito ai fatti avvenuti poco prima, di cui era ritenuto responsabile. Il 49enne, dopo aver negato a più riprese, ha poi ammesso quanto accaduto. Per questo motivo, i poliziotti lo hanno accompagnato in questura dove, completati gli accertamenti, gli hanno notificato la denuncia per minacce e danneggiamento aggravato. Il mattone utilizzato per danneggiare la porta, invece, è stato sequestrato dagli agenti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?